domenica, dicembre 28, 2008

SIEMPRE Pablo Neruda

Prima di me
non sono geloso.

Vieni con un uomo
alla schiena,
vieni con cento uomini nella tua chioma,
vieni con mille uomini tra il tuo petto e i tuoi piedi,
vieni come un fiume
pieno di affogati
che trova il mare furioso,
la spuma eterna, il tempo!

Portali tutti
dove io t'attendo:
sempre saremo soli
sempre saremo tu ed io
soli sopra la terra
per iniziare la vita!

____________________________

Antes de mì
no tengo celos.

Ven con un hombre
e la espalda,
ven con cien hombres en tu cabellera
ven con mil hombres entre tu pecho y tus pies
ven como un rio
lleno de ahogados
que encuentra el mar furioso
la espuma eterna, el tiempo!

Traelos todos
adonde yo te espero:
siempre estaremos tu y yo
solos sombre la tierra
para comenzar la vida!

martedì, dicembre 16, 2008

mi piace...

... recuperare una dolcezza che sento mia, decidere di non temere, sorridere alle proprie armi poggiate in un angolo della stanza, guardarle, lucidarle con la mente e poi decidere di starne lontana.

Le so usare, le so sempre usare,
loro sono lì, in un angolo,
luminose,
splendenti fanno ombra su di me.

Ma è tempo di deporle
è tempo di sorridere a me stessa
è tempo di camminare nuda.
Libera.

giovedì, dicembre 04, 2008

Frank Frank... you make me dream

My funny valentine
Sweet comic valentine
You make me smile with my heart
Your looks are laughable
Unphotographable
Yet youre my favourite work of art

Is your figure less than greek
Is your mouth a little weak
When you open it to speak
Are you smart?

But dont change a hair for me
Not if you care for me
Stay little valentine stay
Each day is valentines day

Is your figure less than greek
Is your mouth a little weak
When you open it to speak
Are you smart?

But dont you change one hair for me
Not if you care for me
Stay little valentine stay
Each day is valentines day

mercoledì, novembre 26, 2008

Berlino

La musica in una lingua che non conosco avvolge la stanza, sembrava che il sole potesse splendere oggi ma il cielo cambia in fretta. Quel grigio mi riporta ai colori di Milano, agli anni vissuti al nord.

Bello scoprire una cittä, perlustrare le strade curiose, entrare nelle Gallerie di Auguststraße, guardare, pensare, divertirsi per tutto ciö che respira novitä. Energie creative si sciolgono nell'aria gelida, poca necessita di scrivere, molta di osservare.

Amo viaggiare. Da sola, decidere dove andare, lasciarmi condurre dal mio sguardo, perdermi per ritrovarmi cosi' come sono, visceralmente curiosa, tanto, cosi' tanto che spesso non so stare ferma.

Travelling mind in a dancing body.

Shake.

A Berlino ci sono atmosfere di altri tempi che mi incuriosiscono eppure non avverto la passione del sud che trasuda per le strade. Nettare di freschezza e giocositä.

Shake

mercoledì, novembre 05, 2008

che meraviglia!




their time for change has come... when will happen to us?
Il loro momento per cambiare è arrivato... quando arriverà il nostro?

Attendo con ansia un leader con tanto carisma anche nel nostro piccolo paese.

martedì, ottobre 21, 2008

Oggi 37

e guarda un po' che regalo ricevo da un amico?




37 dreams are coming...

venerdì, ottobre 17, 2008

mercoledì, ottobre 15, 2008

Lo scrittore. L'uomo.

Sono una delle poche persone rimaste che non hanno nella propria libreria il testo di Roberto Saviano. Non amo comprare libri primi in classifica, mi porto dietro questo pensiero da molto, convinta che ci sia un tempo naturale per ognuno di leggere un romanzo. Pur avendo letto molto su di lui, pur conoscendo parte della storia, non mi sono addentrata nella lettura di Gomorra, fermandomi alle 10 pagine assaporate a casa di mio padre.

Ho sempre rispettato Roberto, ma questa mattina, leggendo il bellissimo articolo di Repubblica su di lui ho provato un grande affetto.

Il suo grido di dolore

"Fanculo il successo. Voglio una vita, ecco. Voglio una casa. Voglio innamorarmi, bere una birra in pubblico, andare in libreria e scegliermi un libro leggendo la quarta di copertina. Voglio passeggiare, prendere il sole, camminare sotto la pioggia, incontrare senza paura e senza spaventarla mia madre. Voglio avere intorno i miei amici e poter ridere e non dover parlare di me, sempre di me come se fossi un malato terminale e loro fossero alle prese con una visita noiosa eppure inevitabile. Cazzo, ho soltanto ventotto anni! E voglio ancora scrivere, scrivere, scrivere perché è quella la mia passione e la mia resistenza e io, per scrivere, ho bisogno di affondare le mani nella realtà, strofinarmela addosso, sentirne l'odore e il sudore e non vivere, come sterilizzato in una camera iperbarica, dentro una caserma dei carabinieri - oggi qui, domani lontano duecento chilometri - spostato come un pacco senza sapere che cosa è successo o può succedere. In uno stato di smarrimento e precarietà perenni che mi impedisce di pensare, di riflettere, di concentrarmi, quale che sia la cosa da fare. A volte mi sorprendo a pensare queste parole: rivoglio indietro la mia vita. Me le ripeto una a una, silenziosamente, tra me."

mi ha emozionato profondamente.

Io che amo e che conservo gelosamente il mio senso di libertà mi sento una privilegiata. Il successo cambia, lo sto verificando osservando i miei amici, ma il successo di Roberto cambia profondamente, amplifica la paura, la diffidenza.

"Sai, questa bolla di solitudine inespugnabile che mi stringe fa di me un uomo peggiore. Nessuno ci pensa e nemmeno io fino all'anno scorso ci ho mai pensato. In privato sono diventato una persona non bella: sospettoso, guardingo. Sì, diffidente al di là di ogni ragionevolezza. Mi capita di pensare che ognuno voglia rubarmi qualcosa, in ogni caso raggirarmi, "usarmi". E' come se la mia umanità si fosse impoverita, si stesse immeschinendo. Come se prevalesse con costanza un lato oscuro di me stesso. Non è piacevole accorgersene e soprattutto io non sono così, non voglio essere così."

Gli auguro di ricostruire la sua libertà. Gli auguro una casa, il parco dove passeggiare, un amore, gli auguro di provare una gioia profonda immensa nel camminare tra la gente e percepire la magia delle idee che ti entrano dentro, del desiderio di raccontare storie, della libertà più profonda, viscerale per le giornate vissute così, come vengono, come desideriamo viverle.

Roberto ti auguro di respirale di nuovo l'emozione della LIBERTA'. Una parola magica che, per quanto mi riguarda, è il mio vero grande amore.

lunedì, ottobre 06, 2008

Viaggiare con la mente...

... non basta. Così ieri mi sono comprata un bel biglietto per Berlino a soli 50 euro a/r... queste sono soddisfazioni!

Sono giornate campali para mi, anche un pochino stressanti, la mente galoppa e pensa e spera e si chiede e che cacchio!

Lo so, se non ho niente da scrivere dovrei stare zitta, ma il blog langue e si ammoscia, tuttavia arriveranno tempi di parole erranti, per ora mi limito a socializzare e finire il lavoro.

E attendere il responso.

giovedì, ottobre 02, 2008

ma guarda un po'

recuperato un video di quasi un anno fa...

location: fiera del libro di roma

a quanto pare non sto zitta un attimo...

lunedì, settembre 29, 2008

FINITO!

Che gioia finire un romanzo.
Meravigliosa sensazione.

giovedì, settembre 18, 2008

Terza stesura...

poi si consegna.

E chissà che non riesca a volare per un po' a New York.

venerdì, settembre 12, 2008

Malinconie Creative

Una discesetta ogni tanto non mi farebbe male. La fortuna è una componente importante in questo mestiere. Energie che s'incastrano nel modo giusto... procedo paziente, procedo dritta, sicura, a volte claudicante, su_giù_su_giù_su_giù_su_giù

ma non posso fare a meno di questo mestiere.

Go on! Intanto ascolto Feel so Good di Jamiroquai... la musica è sempre la miglior soluzione.

Funky Time

giovedì, settembre 11, 2008

ieri

Ieri un mio amico mi ha scritto

"Pian piano, mi sto avvicinando a quello che
vorrei da me. Ormai sono a tanto cosi'."

Adoro queste parole, fanno sognare e mi spingono ad un successivo grado di riflessione.
La gioia degli altri alimenta la mia, mi porta ad essere ancora più determinata ad avvicinarmi a quello che vorrei da me.

domenica, settembre 07, 2008

HA VINTO HA VINTO HA VINTO




Gianni di Gregorio con il suo delizioso Pranzo di Ferragosto ha vinto a Venezia il Premio De Laurentis Miglior Opera Prima.

Sono Felice...

mercoledì, settembre 03, 2008

il successo di un amico

... rende felici. Se lo merita tutto.
Bravo Gianni Di Gregorio

martedì, settembre 02, 2008

L'onestà va premiata?

... nel mio girovagare curioso ho trovato questo annuncio di auto candidatura per un lavoro nel settore turistico

"52 anni cameriere barista portiere notturno cuoco e riparatore di lavandini di luci...albergatore nel sangue
inglese non lo so ma lo capisco francese non lo so ma lo capisco di piu'"

noto con sempre più divertimento che tra gli annunci di lavoro si nascondono idee per personaggi sui generis

un mondo tutto da approfondire. Ora concentratevi bene e cominciate a raffigurare il creatore di questo messaggio e scrivete una piccola storia... ops una lezione di scrittura creativa

e poi "assumereste un tipo così... sincero?"

lunedì, settembre 01, 2008

meravigliosa faccia da cinema



che voglia di vedere i suoi film. Quando una attore emoziona è tutta un'altra cosa.

penso

a New York

domenica, agosto 31, 2008

nostalgia day

a volte capita di dire: quando ero "giovane" o ai tempi dell'università. Basta la notizia di un concerto di una band vista molto volte nelle notti milanesi che scatta: "mi ricordo quando..."

stasera subsonica e casino royale al circo massimo

intanto prima di farvi ascoltate un brano vi nomino un po' di band che ho seguito nella mia gioventù milanese (lacrimuccia da melodramma)

marlene kuntz, subsonica, afterhours, rossomaltese, casino royale, africa unite, giuliano palma e the bluebeaters, almamegretta, 99posse, neffa, ustmamò (ma dove sono finiti?)... massimo volume, csi e via andare

molte esistono ancora, allora dov'è la nostalgia?
... sta nella piccola cristiana studentessa a milano e di tanti piccoli sogni che fanno ancora parte di lei



martedì, agosto 26, 2008

sensualità vocale




"metti una sera a cena" mi accompagna da ieri, impossibile smettere di ascoltarla. Sensualità vocale, note che allietano pensieri in evoluzione.
Fermarsi?
Perché?
Riprendo con calma la scrittura, la mia mente ha bisogno di training emotivo e allora mi abbandono a queste note che sanno far sognare e sospirare.
Cinicamente romantica lascio andare i pensieri.
Sono viva.
E scrivo.

"Ma non troppo erotico", ennio morricone & edda dell'orso, 1971, il mio anno... un destino segnato.



per chi volesse guardare una scena tratta dal film

sabato, agosto 23, 2008

Gianni Di Gregorio... quando il cinema italiano sa deliziare

Voglio segnalare un film di un amico, ma non lo faccio per amicizia, solo perché se lo merita. Non capita spesso di riassaporare il gusto di un cinema italiano che sa essere poetico e dolce come una lieve carezza incontrata per la via.

Pranzo di Ferragosto, diretto e sceneggiato da Gianni Di Gregorio e prodotto da Matteo Garrone.

Sarà presente al Festival di Venezia, nella Settimana della Critica, ed uscirà nelle sale il 5 Settembre.

Le protagoniste della storia sono 4 anziane signore, attrici non professioniste, bravissime nella loro spontaneità. Una storia diversa, fatta di umanità, in una Roma che sa essere mamma, impossibile non amarla, impossibile non amare questo film.

giovedì, agosto 21, 2008

Natura viva in relax



procida on the rock
© 2008 cristiana rumori

lunedì, agosto 11, 2008

E bravo Jacopo Fo

...il cambiamento sta nella gioia

giovedì, luglio 24, 2008

RUSH FINALE

Ebbene sì, stiamo chiudendo.
A me e la mia amica scrittrice manca poco, molto poco. Ci concediamo questa settimana di full immersion per chiudere la prima stesura, lavorarci intensamente e trasformarla in stesura finale. Poi, qualche giorno di respiro e deposito dell'idea... infine altra revisione e consegna.

Stiamo chiudendo un romanzo, l'idea è nata a Natale dell'anno scorso, prime pagine scritte a Gennaio ed ora siamo al traguardo.

Ci aspettano giorni di lavoro intensi, ma è proprio emozionante dedicarci alla nostra creatura.

Dopo potrò dedicarmi con tutta l'attenzione all'altro mio romanzo, anche questo vicino alla fine.

Adoro questo mestiere.
Adoro respirare parole.

domenica, luglio 20, 2008

ci sono tanti modi...

... di essere amici.

il mio modo è quello di guardarsi dentro e osservarsi.
Non mi appartiene il chatting nell'aria, il chiacchierare di tutto e di niente senza esternare parti di sé.

Osservo lo spettacolo della conversazione socialmente brillante ma che ha il potere di lasciarti vuoto. Pongo distanze a tutto ciò che non lascia una traccia nel profondo.

Guardo le amicizie che vado annaffiando negli anni e sorrido alla felicità che mi trasmettono.

venerdì, luglio 18, 2008

Consapevolezza...

... di un animo libero.

So perdermi ma so tornare lucida. Disciplinata_mente poetica mi nutro di teatro sapendo che è solo una una parte delle possibili e molteplici rappresentazioni.

Attrice e pubblico della commedia della vita, so ballare così come fermarmi e rilassarmi, immergendomi nuovamente nella sostanza dei miei bisogni.

C'è un bisogno che merita tutta la mia attenzione e tutto il mio rispetto. Mi inchino a lui, riverente, conscia del potere della sua energia benefica e della sua grazia.

mercoledì, luglio 16, 2008

canto...

... il canto di chi sa emozionarsi... bello farsi cullare da un Grande Brivido

pereppepè

lunedì, luglio 14, 2008

di nuovo microcosmi...

... spesso mi dimentico di averlo pubblicato e mi concentro sulle cose nuove, eppure quel libro esiste ancora

una recensione del bravo Oscar Buonamano in un sito nuovo ed interessante che vi consiglio di spulciare.
Il sottoscritto.it

intanto anche il professor Pierangeli mi cita in un'articolo sulla letteratura contemporanea (La giovane narrativa italiana) apparso il 20 giugno sulla rivista Il Cavallo di Cavalcanti scrivendo: "la versatilità di Cristiana Rumori nell’immedesimarsi nel corpo maschile in Microcosmi erotici, Non Solo Parole, 2007 e nella Roma profonda, tra sacro e profano, dove si consuma nel ricordo niente affatto nostalgico una storia d’amore in Vista San Pietro, nella raccolta di Azimut, Roma per le strade."

mi giunge voce...

... che è stato approvato il budget per il film che ho scritto... niente male, ma la scaramanzia consiglia: aspettiamo a festeggiare!

sarebbe proprio emozionante veder girare il mio film!

allora emozioniamoci un po'.

martedì, luglio 08, 2008

Jim Morrison vivo?

... sarebbe proprio divertente scoprire che l'ha fatto veramente.
Sulle Seychelles come meta definitiva ho i miei dubbi, sicuramente si è fatto qualche altro giretto. Ricordo ancora quando circa 15 anni fa un mio amico olandese mi aveva confessato di essere sicuro di aver chiacchierato con un tipo in Grecia che in realtà era Jim Morrison, non rammento al momento il nome con cui si era presentato.

La leggenda continua... e se l'ha fatto veramente ha tutta la mia stima. Lo show biz può fare male... ed anche troppe droghe!

Travelling Jim.

mercoledì, luglio 02, 2008

Benvenuta ironia



Ecco uno dei divertenti filmati di Rémi Galliard, non so chi sia, l'ho scoperto oggi nei miei giri in rete e mi sono fatta due sane risate. Esilarante anche il video Rocky is Back che scimmiotta l'allenamento del boxer.

Benvenuta Ironia.
Sempre.

Per i curiosi tutte le informazioni interessanti sugli interventi spontanei, definiti flash mobs, e atri progetti artistici nati dalla rete le trovate su UrbanPrankster

lunedì, giugno 30, 2008

e...

cercando materiale per il libro, capita di scoprire qualcosa che avvolge e sorprende
Patricio Pouchulu

Architettura ed utopia

cito le sue parole:
""L'architettura è: uno spazio buono, uno spazio speciale in cui ti senti a tuo agio, una forma rarefatta che ti protegge, territori particolari in cui puoi sperimentare la tua esistenza in modo incisivo; può trattarsi di una sola stanza con una sola finestra che dà su un paesaggio, una strada rumorosa, in cui puoi incontrare belle facce, un ponte che ti porta sempre più vicino al cielo, un palazzo che ispira la nostra anima, un teatro, un treno rapido e comodo, una scuola, una nave, un quartiere residenziale dell'inizio del XX secolo in alcune metropoli, una forma isolata su una spiaggia tutto questo può essere architettura."

emozionarsi



e le stesse note rivisitate da passione femminile

quanta intensità!

martedì, giugno 24, 2008

Adulti si diventa...

Libertà, parola magica, sentita, ricercata, con gioia e con affanno.
E' lei ciò che cerco.
E' lei ciò che voglio abbracciare la notte.
E' lei ciò che amo.

Libertà.

Libertà nella capacità di gioire, libertà nel brindare alle difficoltà, Libertà nello sfidarsi, nel superare i propri limiti.

Libertà di essere, di studiare, di osservare, di assorbire pensieri, metabolizzarli ed esternarli dopo averli rielaborati e annaffiati di proprie idee ed emozioni.

Libertà di dire Sono Qui, e di dire Vado Li, Ci Vediamo Dopo.
Libertà di aprire la finestra e dirsi Buongiorno ce la Farò.

Libertà di salutare una mente sveglia e dire Che Bello, Frequentiamoci, Baciamoci, Ridiamoci in faccia, Tocchiamoci, Desideriamoci, Facciamo l'amore.

Libertà di rispondere No, non esco, Sono a casa, un libro, un film, parole scritte, riflessioni, introspezione, raccoglimento nient'altro.

Libertà nella folla, in un rapporto a due, nell'amicizia, di fronte allo specchio, nella paura, nella forza, nella voglia di reagire.

LIBERTA' DI SCRIVERE, DI GETTO, PER PASSIONE, PER DILETTO, PER LAVORO, AMMETTENDO A SE STESSI CHE SI'... NON DESIDERO ALTRO CHE QUESTO.

venerdì, giugno 20, 2008

Non solo letteratura...

Ho una gran voglia di ballare, altra mia passione... autodidatta della danza, ballo dall'età di 4 anni. Chi mi ha visto in pista sa quanto mi diverto, sorriso stampato in faccia e il corpo che non può stare fermo.

Oggi mi voglio immaginare così, in questa meravigliosa e luccicante pista da ballo...

bravissimo john

martedì, giugno 17, 2008

Arredatrice di nuove giornate...

La vita che torna a sorprendermi stende una mano di vernice fresca su una parete che si era offuscata. A volte basterebbe porre del colore nuovo e acceso sulle delusioni, dello stucco sulle crepe, e non per coprire i difetti, le imperfezioni, ma per dare nuovo vigore ad una vita che si srotola davanti ai nostri occhi.

Armata di pennello, in una città che sa svegliarmi, mi scopro intenta a percorrere con lo sguardo le strisce di colore intenso che vado stendendo man mano. Non so ancora come sarà la nuova parete, per ora mi basta osservare con gioia il movimento del braccio sul muro e gli impulsi nervosi che la mia mente gli trasmette.

Consapevole ed inconsapevole mi soffermerò ad osservare il risultato solo dopo, una volta terminato il lavoro.

Arredatrice di nuove giornate, combino pensieri in cerca di nuove sgargianti tinte... anche questo è amore.

sabato, giugno 14, 2008

piccoli grandi cerchi colorati

Una scia di gioia e curiosità mi accompagna per la via. Cammino sulle mie giornate a pochi metri da terra, inebriata da una mente sveglia che ha saputo afferrarmi.

Potrei volare immaginando sviluppi, ma ora come ora adoro vivere e circoscrivere...

dancing mind in a dancing body

martedì, giugno 10, 2008

Riletture gioiose

... rileggere le pagine del romanzo e provare un grande piacere. Sentirsi lettore e scrittore insieme. Criticona come sono, comincio ad essere proprio soddisfatta del mio lavoro. Non cambierei nulla di quello che ho scritto fino ad ora ma il cammino è ancora lungo, ho una bella idea tra le mani e non devo avere fretta di chiudere e bruciarla.

Il Lettore candidato alla prima lettura mi ha promosso dicendomi una cosa che mi ha deliziato: "la saga epico-erotica-cinematografica di L. e S. mi sta scaldando il cuore e,credici o no, mi sta facendo ripensare a tutto quello che non ho avuto il coraggio di essere e avere."

Ed è una delle ragioni per cui scrivo... spingere le persone ad un grado successivo di riflessione.

Il nome del Lettore è segreto, aggiungo solo che di solito legge libri d'azione e thriller con sparatorie e omicidi. Aver conquistato la sua attenzione mi fa ben sperare...

Niente omicidi nel mio libro, solo una scosciante pioggia rigenerante.

Mi è venuto in mente anche il titolo, ma è presto per rivelarlo ... c'è ancora molto da scrivere.

sabato, giugno 07, 2008

Un pensiero...

... per Dino Risi, un grande del cinema, lo ringrazio soprattutto per quel capolavoro che non mi stanco mai di rivedere de Il Sorpasso. Lunedì cercherò di andarlo a salutare alla casa del cinema, in Largo Mastroianni. Quanti bei personaggi che hanno reso grande il cinema italiano.

venerdì, giugno 06, 2008

Appena...

... mi distraggo da New York e in qualche modo rinuncio all'idea di tornarci accade qualcosa che mi ricorda la sua presenza. Mail, frasi di persone che sono lì e che mi mandano messaggi subliminali... torna torna torna!

Io non desidero altro e farò di tutto per ritornare... meravigliosa e vibrante città.

giovedì, giugno 05, 2008

I dialoghi...

... sono la mia passione. E non parlo solo di scrittura. Ma è difficilissimo ascoltare dei buoni dialoghi, delle buone battute iniziali.

Sono in attesa.

domenica, giugno 01, 2008

Allora... da dove cominciamo

Delusione, delusione, delusione.

Che fosse un'operazione di marketing era chiaro dall'inizio, ma che il livello di creatività fosse quasi azzerato no.
Sex and the City, the movie, non ha niente a che vedere con la serie televisiva. Si è persa l'ironia, presente solo in pillole (grazie a Samantha), si è perso il cinismo, la trasversalità per sposare la melensa prevedibilità di un qualsiasi film romantico a lieto fine.

Sarah Jessica Parker farà un sacco di soldi, essendo anche produttrice, ma la vera star del film rimane Kim Cattrall, da sola regge tutta la pellicola.

Ma dopo la micro recensione passiamo alla vera serata.

Eravamo un gruppo di 30 persone. Ad inizio film Nicolas, colui che ha organizzato tutto, ha tirato fuori ben 3 litri di cocktail Cosmopolitan da "assaporare" durante la proiezione... a quel punto ognuno di noi ha scoperto che anche il film più stronzo può diventare sensazionale... naturali i commenti, gli applausi e le risate a seguire.

Ma non è finita qui, dopo siamo andati tutti in terrazza da Nicolas a scolarci altri dieci litri di Cosmopolitan fino alle 5 del mattino (fortunatamente altri si sono uniti alla festa ed hanno limitato i danni alcolici).

Conclusioni?... IL CINEMA DA ALLA TESTA|

venerdì, maggio 30, 2008

Energetic thought

C'è una sottile e piacevole brezza nell'aria che rende tutto possibile... la socialità come espressione creativa, muoversi tra un gruppo di persone aleggiando chiacchiere e considerazioni. Sarà la complicità del periodo estivo ma mi sento determinata e frizzante, pronta ad afferrare la vita e farla mia.

Tanta voglia di lasciarmi alle spalle un periodo difficile ma costruttivo, guardo in faccia le difficoltà che ancora mi accompagnano e decido di sfidarle con il sorriso in faccia.

Go baby Go

mercoledì, maggio 28, 2008

Gioiosamente frivoli...

...in pieno stile Sex and The City. Venerdì uscirà il film e un mio delizioso amico ha prenotato posti centrali per ben 20 persone.

Saremo tutti delle grandi piccole Star... del gioco... ci atteggeremo a prime donne e credo proprio che sarà divertente essere superficialmente e giocosamente sciocche/i.

Prevedo un altissimo livello Ormonale, tanto per rispettare il tema del film... gli uomini! 20 adulti etero-gay che si aggirano per la città prendendosi in giro... abbiamo persino fatto il test per verificare a chi assomigliamo. Io sono risultata Carrie Bradshaw... scrittrice pure nei quiz, che dire era destino!

Sono stupida?

SIIIIIIIIIIIIII

ed è bellissimo esserlo...
ogni tanto.

martedì, maggio 27, 2008

Un velo di tristezza...

... in questa giornata. Apprendo ora della morte di Sydney Pollack, un regista che ho molto amato e stimato. E' sempre doloroso vedere andar via delle menti sveglie e significative... uomini così mancano.

lunedì, maggio 26, 2008

De gustibus

Ieri dopo una passeggiata in solitaria in cerca di scarpe, ebbene sì sono una donna a tutti gli effetti - Amo le scarpe! - sono entrata al cinema a vedere Il treno per il Darjeeling di Wes Anderson.

E' un film molto carino, curiosamente ironico, tra le righe, ricorda un po' il teatro dell'assurdo, e per chi ha amato The Royal Tenenbaums è assolutamente da vedere.

Uscita dal cinema di fronte a me c'erano due coppie di circa cinquant'anni che commentavano il film dicendo che era stupido, ridicolo, una perdita di tempo. Niente da dire, ognuno ha diritto alla sua opinione, ma la cosa buffa è che dopo ognuno di loro ha cominciato ad elencare una serie di film che hanno trovato stupidi ed insignificanti.

Ebbene, nell'elenco comparivano alcuni tra i miei titoli preferiti, primo fra tutti Se mi lasci ti cancello (Eternal Sunshine of the Spotless Mind) , scritto da quel genio di Charlie Kaufman e che io, dopo averlo affittato, ho visto tre volte di seguito.

Allora ho immaginato le due coppie all'uscita di un film scritto da me: "Che film stupido... quasi come quello... come si intitolava?"

venerdì, maggio 23, 2008

Musica per organi caldi... con il cappuccio in testa

Ci sono giorni in cui qualche pirla riesce a farmi girare le palle allora con la musica nelle orecchie cammino per la strada con portamento fiero e giocoso, lasciandomi alle spalle chi, piccolo ed annoiato, spara fuochi di merda nella vita degli altri.

Non c'è bisogno di entrare nei particolari, ad ognuno di voi saranno capitate giornate così... allora Musica per organi caldi...

e poi, alzati i calici in compagnia di amici dalla mente sveglia, si brinda alle giornate migliori...

martedì, maggio 20, 2008

...

tra gli annunci di lavoro ho trovato questo...

"libero professionista grande poeta dilettante cerca giovane musa ispiratrice che sappia farlo innamorare poi soffrire, la retribuzione finisce dove inizia l'ispirazione."

in poche parole c'è già l'idea per un libro.

Trattengo la curiosità di chiamarlo per indagare di più. La vecchia idea che la sofferenza sia necessaria alla creatività...

Piovosamente viva!

Al suono della colonna sonora di "Habla con ella", un film di Pedro Almodovar, ho visualizzato una festa molto particolare. Il tema della festa è... top secret... una donna dai modi sensuali e dagli abiti seducenti, con tacchi alti, autoreggente e sottoveste verde smeraldo, ha il volto truccato da clown triste. Balla il tango, erotica si muove per la sala, ma è costretta a far ridere la gente, ha il potere di far ridere la gente ma lei si sente triste e stanca.

Condannata a sedurre e far ridere, ad allietare la vita degli altri... nell'attesa che qualcuno allieti la sua.

Allora mi muovo per la sala visualizzando le altre persone, esternando altre contraddizioni del vivere... immagino prima il suo compagno, l'uomo che balla con il "clown erotico"... ma torno al silenzio.

solo un accenno di una scena del libro... che vedo già come film.

intanto piove ed io sono Piovosamente Viva!

mercoledì, maggio 14, 2008

Pillole di saggezza

...un rap che chiude un film meraviglioso come THE BIG KAHUNA, un capolavoro di scrittura e di recitazione. L'ho visto molte volte, ma ogni volta riesce sempre ad incollarmi allo schermo con sguardo rapito e mente sveglia.

vi propongo il testo finale, l'audio non è il massimo ma le parole lo sono (alzate il volume!)



per i pigri che preferiscono che qualcun altro legga al posto loro cliccate qui

e per chi volesse gioire dell'emozione di un dialogo ben scritto, profondo, intenso, recitato magistralmente può immergersi in questo esempio di cinema. The Big Kahuna regia di John Swanbeck, scritto da Roger Rueff (prima per il teatro poi adattato per il cinema), attori Kevin Spacey, Danny De Vito, Peter Facinelli

godetene!

martedì, maggio 13, 2008

La viaggiatrice

... la viaggiatrice procede per la strada con animo curioso, assorbe e libera energie durante il cammino, ma non si ferma mai a lungo nei luoghi che attraversa a meno che non ci sia qualcosa in grado di rapire il suo sguardo.

Intanto procedo.

lunedì, maggio 12, 2008

il lettore

... ho dato il mio nuovo romanzo in lettura, in realtà non è ancora finito, sono a poco più di metà, settimo capitolo ancora in corso, ma è giunto il tempo per il confronto con IL LETTORE.

Ho scelto un amico, un amico che ci teneva a leggere i miei deliri mentali... ahhahaa. Lui da fiducia a me ed io l'ho ricambiato con questo piccolo / grande omaggio, grande perché dentro c'è il lavoro di mesi e l'opinione di un lettore diventa importante per le energie che verranno, o no, dopo la sua opinione.

In fondo si scrive anche per essere letti, diffido di chi dice che non è importante. Io amo scrivere, fa parte di me, ma amo essere letta e amo ascoltare le impressioni dei lettori. E' il momento del confronto, è il momento di verificare se le parole hanno lasciato un segno nelle loro menti.

Nel frattempo vado avanti con il mio romanzo, ormai in fase di giudizio, e un altro che sto scrivendo da gennaio con una scrittrice, il secondo è più vicino alla conclusione. Divertente e faticoso passare da una storia all'altra, ma in fondo io non riesco a dedicarmi ad un'unica cosa... adoro spaziare... nello spazio della curiosità fantasiosa.

stop.

venerdì, maggio 09, 2008

dancing body for a dancing life

era un po' che non mi regalavo l'emozione da concerto... anni passati a seguire bands che si perdono nella memoria. Trascorro le giornate a giocare con le parole, dimenticandomi ogni tanto di quanto sia bello percepire il proprio corpo che si muove.

Ballo e lo sento di nuovo, i pensieri lasciano spazio alle sensazioni, cantare, muoversi, chiudere gli occhi e sentire... vibrare di pulsioni ritmiche. Guardare la gente intorno che si muove all'unisono.

Corpo e mente devono nutrirsi a vicenda, un concetto così semplice che chissà perché a volte ci sembra una scoperta da ammirare... in realtà è una verità da spolverare ogni tanto.

Dancing body for a Dancing Mind

e poi è emozionante vedere un caro e vecchio amico sul palco, ammirato dalla folla acclamante... quante giornate trascorse a parlare delle nostre passioni creative da rendere reali ed ora percepire le voci delle ragazzine che lo chiamano e sognano di lui... l'amicizia: che sentimento meraviglioso!

lunedì, maggio 05, 2008

complicità femminile... e maschile

Adoro abbeverarmi di amicizia, immergermi nel calore della complicità, della solidarietà, del gioco, delle spallate giocose, della battute sarcastiche e dei complimenti che tirano su il morale

Le donne tra loro possono essere meravigliose quando sono complici. Non scappiamo mai dalle chiamate, se c'è bisogno di ridere o di piangere, ci siamo, semplicemente. L'amicizia che colora le giornate, l'amicizia che rende leggere e che ti fa sorridere quando ne hai bisogno. Fantasiose, solari, profonde o problematiche... sembra tutto più facile e possibile quando ci si circonda di persone così.

Splendida anche l'amicizia con gli uomini, piccoli scogli da superare all'inizio poi è bello goderne lontani da dinamiche seduttive.

mercoledì, aprile 30, 2008

domani

un po' di musica per ballare sulle nostre giornate.

Primo Maggio olè

Intanto un saluto al mio carissimo amico Roberto Dell'era, il bassista degli Aftehours... tutto vestito di bianco splendente e dall'animo da rockstar.

lunedì, aprile 28, 2008

viva

Viva l'Italia fascista
da oggi torna il saluto romano nella capitale! E non solo.

Minchia, ora so' dolori de panza!

mercoledì, aprile 23, 2008

Consiglio

Non voglio fare la snob mettendo il trailer in lingua originale, ma è molto meglio di quello in italiano e rende la piacevolezza di questo film.... delizioso.

"10 cose di noi" or "10 items or less", diretto da Brad Silberling, un film capace di lasciare la scia e farti uscire dal cinema con pensieri leggeri e delicati. Morgan Freeman gioca con le manie dell'attore, con la magia del suo mestiere che riesce a condirgli la vita anche fuori dalla scena, in fondo la scena può essere ovunque...

e poi la complicità tra sconosciuti, un tema fisso nelle storie che scrivo e che amo leggere o guardare.

ora il trailer

lunedì, aprile 21, 2008

Oggi...

... ho avuto una buona notizia che mi va di condividere.
Riguarda la salute e per ora nessuna operazione.

Un po' di sana tranquillità.
Evviva.

Preghierina creativa

Brava
respira
respira
respira ancora
ecco vai dritta
così
non smettere di scrivere
vai
credici
sorridi
ecco
non stai perdendo tempo
stai investendo su di te
brava
investi su di te
l'idea è buona
c'è ritmo
il testo scorre
ancora qualche mese
resisti
resisti
resisti.
Non preoccuparti
Andrà tutto bene
i soldi arriveranno.
Intanto goditi questo momento.

Amen.

non mi piace amen

meglio

Pereppepè.

mercoledì, aprile 16, 2008

Pure...

... il ballottaggio per il sindaco, ma allora mi volete male?
No, Alemanno No.

E che cavolo!


Visto che la situazione mi rende nervosa allora parlo di cose piacevolmente frivole... a breve uscirà il film "Sex and The City", 30 maggio anche in Italia. Una vocina mi dice che forse riuscirò a vederlo a New York per quella data, sto cercando di tornarci ma ci sono imprevisti che mi danno noia.

Una piccola curiosità che non ho mai raccontato riguarda il mio primo giorno a New York, era il 10 Ottobre ed io passeggiavo beatamente a curiosare qua e là, quando di fronte alla National Library mi inchinai in segno di saluto e riconoscenza augurando a me stessa di trovare un giorno i miei libri lì dentro.

Mentre vagavo con la mente verso scene da scrittrice speranzosa venni attirata dalla presenza di grossi fari puntati sull'entrata principale. Feci un giretto perlustrativo per poi sedermi a scrivere su dei tavolini fuori allo spiazzo principale. Mentre scrivevo notai un senza tetto dalla faccia simpatica che sedeva al tavolo accanto.

E così conobbi Rodney che dopo poco mi disse che stavano girando "Sex and The City" dentro la National Library. Passarono pochi minuti ed un tipo della produzione uscì fuori e si mise a scambiare quattro chiacchiere con Rodney. Il set era blindatissimo naturalmente, ma riuscì comunque a curiosare e a respirare quella magica aria da Set. Niente star, ma quelle belle persone a lavoro, quelle che si facevano il culo ogni giorno per intenderci...

Soddisfatta per la mia prima avventura continuai la passeggiata salutando Rodney, non prima di avergli fatto scrivere qualcosa sul mio quadernetto. Una frase mi piace ricordare. Pochi minuti prima Rodney aveva visto Kim Catrall, Samantha nella serie, che passava con le sue guardie del corpo, e per sottolinearlo mi aveva detto "E' molto più vecchia dal vivo!"... 'sti uomini.

martedì, aprile 15, 2008

Un popolo di deficienti...

solo un popolo di deficienti, cialtroni ed ignoranti può votare Berlusconi... mi viene una grande voglia di andarmene (e ce l'avevo già prima)!

Porca Puttana!

D'ora in poi sarò una Snob professionista perché non si può sempre capire, che la gente cominci a pensare con la sua testa...

domenica, aprile 13, 2008

shine a light



Adoro Martin Scorsese, che aggiungere sui Rolling Stones e questo documentario è una meraviglia.

I volti scavati dagli anni, la storia e la geografia di questi artisti, l'energia incredibiile che sanno trasmettere, intatta.
La dimostrazione che la passione per un'arte, un mestiere rende vivi...

Non perdetelo!

Il "duetto" con Buddy Guy è un iniezione di adrenalina.

giovedì, aprile 10, 2008

la magia

come un fiume in piena, ruscelli di colori e odori di gelsomino, la mente si apre, le parole si liberano nell'aria per cadere leggere sulle pagine del romanzo che sto scrivendo

uno stato di grazia che mi rende felice
di scrivere.

lunedì, aprile 07, 2008

In piedi

Ci sono periodi difficili che ti mettono alla prova, ci sono momenti in cui è doloroso ritrovare la forza, ma quella torna sempre, dietro una battuta, dietro l'ironia, la voglia di vivere e di reagire.

A volte le pressioni intorno ti ributtano giù, ma poi ti alzi IN PIEDI e guardi intorno con sfida.

Sto scrivendo delle pagine di cui vado molto fiera in questo periodo, ho imparato a vestire i mie personaggi di pensieri ed emozioni in cui credo. Loro guidano me nel loro mondo, io mostro loro il mio.

Scrivere mi permettere di vivere questa magia.

Rileggere la amplifica.

IN PIEDI

giovedì, aprile 03, 2008

Nazi Rock!



Giorni fa ho assistito all'anteprima del bel documentario "Nazirock!" di Claudio Lazzaro. Avevo già avuto modo di apprezzare il suo lavoro precedente sulla lega, "Camice Verdi" ed oggi leggo su articolo di Repubblica che gli bloccano l'uscita del film.

Forza Nuova afferma: "Montato ad arte per screditarci!", inutile aggiungere che non ci vuole molto.

Nei lavori di Lazzaro ho sempre apprezzato la sua capacità di far parlare l'interlocutore senza esprimere alcuna opinione. Il film scorre come un viaggio tra i pensieri degli esponenti e dei seguaci di Forza Nuova, il risultato non è incoraggiante, si esce dalla proiezione con un sapore amaro in bocca, e questa reazione non è data dall'arte del montaggio ma dalla consapevolezza che le idee fasciste trovano una rappresentazione istituzionale.

Spesso si sposa un fede politica, religiosa per una necessità di etichette, un bisogno di sentirsi rappresentati o di rappresentare qualcosa nel contesto sociale. Personalmente ho sempre considerato le etichette un limite al pensiero individuale, ma ciò che mi fa più temere la visione di Nazirock! è l'assenza di cultura storica, di memoria storica.

Si parla di revisionismo storico con estrema leggerezza, senza dati effettivi e non mi riferisco solo al fenomeno dell'olocausto, tra l'altro ampiamente documentato, ma a quello che il fascismo è stato in Italia. Sono fatti accaduti 80 anni fa e dimenticati con estrema leggerezza.

Il documentario di Lazzaro ha mostrato anche la dolcezza di alcuni personaggi, sottolineando quanto l'Istruzione, intesa come Scuola Pubblica, sia responsabile di simili atteggiamenti.

Così come vengono permesse le manifestazioni politiche ai seguaci di Forza Nuova, con saluti fascisti e slogan dittatoriali, mi chiedo come si possa bloccare la distribuzione di un film come Nazirock!

Parliamo di par condicio?

e non tiriamo fuori che siamo in campagna elettorale, è ora che la gente sappia.

Consiglio la visione del film, a mio rischio e pericolo...

mercoledì, aprile 02, 2008

per gente come me...

...scrivere è sempre una soluzione.

domenica, marzo 30, 2008

go on

andiamo avanti.

Lascio perdere gli sfoghi liberatori per tornare a ricomporre i mie pezzi emotivi. Intanto ho provato l'agopuntura ed è stato molto ma molto rilassante.

bello vedere un uomo che per due ore si prende cura di me e non ci prova... ahah ahahaa

potrei scrivere molto di più su questa esperienza ma fuori c'è il sole, mi son svegliata tardissimo dopo piacevole serata tra amici e mi sa che presto metterò il naso fuori casa dopo aver mangiato costolette d'agnello cucinate dalla mamma.

martedì, marzo 25, 2008

volevo essere un supereroe...

ci ho provato con tutte le mie forze
wonder woman
la donna bionica
e super cristiana

ma il crollo è arrivato.
All'ultimo livello di super super final step mi sono spiaccicata contro il muro della realtà e le mie difese immunitarie si sono arrese.
Ora sono chinata a raccogliere i pezzi degli ultimi mesi dedicati alla vittoria del primato super donna, ma ora, più umana che mai, alzo lo sguardo al sole, prima o poi tornerà a splendere sto cazzo di sole primaverile, e dico: "Fanculo a te che in questi mesi non hai mai smesso di perseguitarmi (chi vuole capire capisca!) io continuo dritta per la mia strada. E lasciami in pace."

E Guai a chi mi tira per la maglietta, potrei mordere!

Sono donna consumata da una relazione sbagliatissima, succede anche alle migliori... confesso. Ma l'obiettivo per i miei 40 anni è prendere a calci in culo "l'uomo succhia energia", una categoria di vittime del cazzo di carenze affettive che si attacca come una cozza.
Non ti voglio, non ti voglio, non ti voglio.
Fanculo ai tuoi problemi, non mi riguardano più.

Scusate lo sfogo ma quando ce vole ce vole.

Ecco, ora mi sento già meglio.

lunedì, marzo 24, 2008

charme e professionalità

mi unisco alle donne che cedono al suo fascino... ecco una persona con cui mi piacerebbe lavorare in Italia.

martedì, marzo 18, 2008

che meraviglia!





l'atto creativo...

... è fatto di tanti momenti, resi molto bene da questo video.

maybe tomorrow I'll find my way home!

lunedì, marzo 17, 2008

non c'è cosa più bella...

... che incontrare menti sveglie per la via e condividerci pensieri.
Rigenerante!

venerdì, marzo 14, 2008

altri amici creativi...



adalberto abbate

mi piace dedicare spazi agli amici creativi, alle persone a cui si dedica affetto tempo e sostegno

bello gioire delle opere altrui, impossibile non desiderare il successo di persone che stimi.

ma è ancora meglio delziarsi della creatività di sconosciuti, anche di chi fa il tuo lavoro perché il successo di chi ha qualcosa da dire è sempre uno stimolo a tuffarsi nel piacere dell'arte, della contemplazione, dell'emotività che diventa mestiere.

lunedì, marzo 10, 2008

la civiltà del nord che fa sorridere...

Quest'anno tutti a TROMBARE in Olanda, ma solo nella calda stagione!

per i curiosi clicca quì

la virtù del gioco, l'etica della dolcezza, la complementarietà che guida le danze

sono solo alcune delle definizioni del pensiero di Ovidio nell'Ars Amandi.

"differire il piacere, sollecitarlo, aspettarlo, volerlo al momento scelto, né troppo presto, né troppo tardi, né prima del tempo, né dopo, implica conoscere le tecniche di carezza, baci, respirazione, stimolazione, preliminari, disposizioni, audacia delle parole e dei gesti. Padronanza del tempo sessuale e della durata sensuale. Ovidio incita ad ascoltare e scoprire le zone del corpo dell'altro prima di cominciare ad incarnare la dolcezza, ad incorporare la tenerezza."

a volte riscoprire i classici aiuta a vivere il presente.
Il linguaggio del sesso presume un'interesse verso l'altro, un desiderio di comunicare con l'altro, di conoscerlo. Non mi stancherò mai di ripetere certi concetti, alla base del rapporto amoroso, del desiderio sessuale e del sentirsi e viversi come esseri umani.

Contro il sesso consumato senza una concezione di sé e dell'altro. Per un libertinaggio consapevole e puro.

per approfondimenti
Michel Onfray "Teoria del corpo amoroso. Per un'erotica solare"
Ovidio "L'arte di amare"
Orazio "Satire"

vorrei...

... votare zapatero anch'io.

così difficile non essere esterofili.

mercoledì, marzo 05, 2008

a volte...

... mi sforzo di capire le ragioni di certe azioni,
a volte desidero pensare a motivazioni intelligenti dietro certe azioni,
a volte ho le idee chiare eppure decido di non fermarmi alle prime supposizioni

spesso è triste costatare che la realtà può essere disarmante,
che il pensiero dell'uomo può essere banalmente superficiale

di cosa sto parlando?
non so, forse dei rapporti umani

sabato, marzo 01, 2008

giornata uggiosa




...ed io vi regalo un'immagine di relax e aria primaverile, anche se la foto risale all'autunno scorso.

Giornate curiose dove le mie energie giocano a complicarmi la vita, ma sto cominciando a diventare brava a gestirmi le carambole emotive. A volte assaporo il gusto di una conquistata saggezza, a volte perdo questo sapore di nuovo, masticando l'agrodolce_esistenza.

Donna, femmina, ammaliatrice di esseri viventi, giocoliere di parole, clown di se stessa, anziana madre davanti ad un fuoco, bimba in altalena...
osservo parti di me e sorrido all'affetto che provo per questa donna che rincorre le passioni del vivere vestita di curiosità.

complicazioni e leggerezze

giovedì, febbraio 28, 2008

un assaggio

...L'uomo guardò la donna gesticolare, quel suo modo di girare gli occhi per poi puntarglieli dritti contro, pupilla su pupilla, creando una vibrazione nell'aria, una scossa che lentamente s'insinuava nel corpo scorrendo come un liquido benefico in grado di farlo sognare.

Percepì la sua mente fissarsi sopra il tavolino per osservarli dall'alto facendo scorrere frame by frame fino a formare la pellicola di un film che S. avrebbe voluto rivedere e rivedere e rivedere ancora.

Le bacchette di legno resero la loro comunicazione corporea ancora più intesa. La donna era maestra nell'usarle, l'uomo era impacciato e lento. Allora a lei venne spontaneo prendere le sue mani per insegnargli a rendere familiare quel gesto e fu allora che l'uomo avvertì la scossa dritta in pancia.

Pupilla su pupilla, mano su mano, l'uomo mangiò bocconi di piacere e si sentì bene...

mercoledì, febbraio 27, 2008

un piccolo passo avanti

... prima che si rischi un passo indietro.
Parere favorevole dalla commissione tecnico scientifica dell'Aifa alla commercializzazione della pillola abortiva Ru 486, una buona notizia dopo le sciocchezze che ho ascoltato alle invasioni barbariche da Giuliano Ferrara, grazie al bel articolo di Oscar Buonamano nel suo blog.

Sperare in uno stato laico in Italia è molto difficile, ho sempre detestato le ingerenze della chiesa nella politica. Credo che la libertà di culto debba essere accompagnata dalla libertà di NON culto, ma riconosco i limiti dell'umano pensiero...

comunque, da donna, festeggio la notizia in una periodo in cui viene messa in discussione la legge sull'aborto, un diritto conquistato dalle donne negli anni '70.

martedì, febbraio 26, 2008

La luce dell'Allegria...

... Spenta Accesa Spenta Accesa Spenta Accesa Spenta Accesa...
ogni tanto succede anche a quelli "più solarmente determinati".

L'Interruttore è mio e lo gestisco io!
Pereppeppè

lunedì, febbraio 25, 2008

L'attore


Un paio di giorni fa sono andata a vedere Il Petroliere, in versione originale che consiglio per godere fino in fondo della maestria di Daniel Day Lewis.

Dopo aver visto il film, ho creduto che fosse impossibile non dare l'oscar ad un mostro di bravura come Daniel Day Lewis e così è stato. Per una scrittrice che si ciba di cinema è emozionante ammirare l'essenza del mestiere dell'attore, sono uscita dalla proiezione e mi sentivo come ubriaca, adrenalinica e non per il film in sé, non è certo una storia che da energia, ma per aver goduto della gioia della recitazione, della passione per un mestiere, del talento straordinario di un uomo. Certo, la sua bellezza non è una componente che posso trascurare, ma il fascino di quell'uomo sta tutto nella passione che mette nelle cose. E poi c'è sua moglie, Rebecca Miller, che qualche anno fa ha diretto un film deliziosamente femminile come Personal Velocity, tratto da un suo romanzo. Ed allora, in un momento di romanticismo, mi viene da pensare che può accadere che due meravigliose teste possano incontrarsi ed amarsi per anni... ma questo è un altro discorso.

Viva viva anche per altri geni come i fratelli Coen che si portano a casa 4 oscar e Javier Bardem, altro bravissimo attore.

venerdì, febbraio 22, 2008

Frozen Termini

E' successo anche a Roma, Sabato 9 febbraio, peccato averlo saputo solo oggi.
Si sono dati appuntamento alla stazione Termini per ripetere l'evento newyorchese... leggi articolo corriere

buffo perché ne parlavo giusto qualche giorno fa, mi piaceva l'idea di organizzarlo anche a Roma... la velocità della rete mi diverte.

da quello che ho letto nel blog si ripete l'evento sabato 23 a Piazza di Spagna, h. 15,30 appuntamento davanti al Mc Donald... verificate nel blog e let's freeze!

appena ho la certezza vi confermo appuntamento.

giovedì, febbraio 21, 2008

Consapevolezza...

Vestire i panni dei miei personaggi mi aiuta a capire molte cose di me stessa.

mercoledì, febbraio 20, 2008

gli amici creativi




Brano: "My Moon My Man" dei Feist
original video but not official: Marco Balletti

martedì, febbraio 19, 2008

che meraviglia!




let's freeze in Rome...
il sito

Anais a spiegarmi il perché ho così nostalgia...

"Mi manca il ritmo elettrico di New York; era come cavalcare un focoso cavallo da corsa. Ero ubriaca di libertà, di spazio, di dinamismo. Dove sono le luci abbaglianti, il rombo degli aerei, le sirene da nebbia, le macchine veloci, il ritmo frenetico? Sono inquieta. L'avventura mi chiama, mi incalza... Ho un bisogno disperato di azione e movimento. E' come se il mio cuore battesse più in fretta del loro e avessi adottato il passo di corsa di New York." Anais Nin Giugno 1935

questo costante bisogno di avventura che non mi abbandona mai... un piacere, una condanna.

lunedì, febbraio 18, 2008

il superuomo... ah ah ah ah




non c'è limite al cinema d'azione americano...

martedì, febbraio 12, 2008

un pensiero per Sergio

Sergio Angioletti, in arte Angese, è un uomo straordinariamente interessante conosciuto questa estate in Umbria.

Ricordo la bella chiacchierata fatta nel cortile di Gabriella, il suo sorriso, la sua ironica rabbia, la sua intelligenza. Quando ci siamo salutati mi ha detto: "Cristiana hai una bellissima storia da scrivere tra le mani, non dimenticarlo.!"

Ieri Angese se ne è andato, insieme alla sua eleganza e alla sua voglia di vivere ed arrabbiarsi; un mare incurabile non gli ha dato scampo. Io sono solo felice di averci trascorso quel piacevole pomeriggio in cortile, circondato dai suoi splendidi amici, a parlare della rabbia che un paese corrotto ci fa provare.

Un abbraccio a te e alla tua intelligenza.

bellissimo il ricordo che ne traccia Jacopo Fo nel blog di Angese

è già primavera su skype

Il sole splende, fa ancora freddo ma cresce la voglia di scoprirsi un po' di più... sarà la casualità ma sono circa due settimane che su skype appaiono tanti ometti che vogliono fare amicizia. Ometti di ogni età, si spazia dal 18enne al 50enne.

Spesso mi sento infastidita da questa intrusione, più che altro mi girano le palle che la gente mi marpioni a scatola chiusa e soprattutto chiedendomi cose banali come il mio nome (c'è scritto sul contatto), in che città vivo (c'è scritto sul profilo) e che lavoro faccio.

Se proprio ci si deve marpionare a scatola chiusa usiamo un po' di fantasia, giochiamo con l'immaginazione, fatele vibrare queste donne (o questi uomini)!

Naturalmente non è un invito a continuare a farlo con me, è solo una considerazione.

Ma se vi serve qualche scrittore che vi fornisca delle battute ad effetto, sia per uomo che per donna, mi dichiaro disponibile, naturalmente a pagamento.

baci e abbracci a tutti

giovedì, febbraio 07, 2008

nuotare...

...in un mare di leggerezza e sentirsi bene.
concedersi il presente e sorridere ai giochi della mente.

un pensiero alle mie amiche e alla gioia che ricerchiamo e che ci meritiamo.

lunedì, febbraio 04, 2008

il canto di ogni donna




... il desiderio di ogni donna.

giovedì, gennaio 31, 2008

Into the wild


Voglio parlare di questo meraviglioso film nato dalla bravura e sensibilità di Sean Penn, qui regista e sceneggiatore. La storia è tratta dalla vera vita di Christopher McCandless.

Voglio cominciare con delle parole di H.D. Thoreau tratte dal suo libro Walden, un testo indispensabile alle menti libere.

Thoreau scrive: Non vorrei che nessuno adottasse il mio modo di vivere, per nessun motivo; ché, prima che lo avesse imparato a sufficienza, io potevo bene essermene trovato un altro per me, e anche perché desidero che al mondo ci siano tante persone diverse quanto più possibile; ma vorrei che ciascuno fosse così accorto da trovare e seguire la propria strada, non quella di suo padre, sua madre, o un suo vicino."

la mia preferita:
"Volevo vivere profondamente, e succhiare il midollo di essa, vivere da gagliardo spartano, tanto da distruggere tutto ciò che non fosse vita..."

Into the wild è un film che lascia una dolce scia di umanità, di libertà e di sensibilità. Uscire dal cinema e riscoprirsi vivi, profondi, attenti all'essenziale. Il viaggio, la vita vuole essere il viaggio che abbiamo scelto di fare e se ci concediamo questo lusso potremmo godere della sua magnificenza.

Grazie Sean Penn per tanta poesia.
Un bell'articolo del New York Times per i curiosi e il sito del film.

martedì, gennaio 29, 2008

Ci sono sguardi...

Ci sono sguardi che hai voglia di scoprire
voci che hai bisogno di ascoltare e
corpi che senti di desiderare.

Sembra tutto molto semplice detto così, ma poi c'è la mente che ti consiglia e che ti dice: "Attenzione!"

Ed allora succede che ogni tanto le si risponda: ”Silenzio! Fai Silenzio! Lasciami vivere.”

mercoledì, gennaio 23, 2008

Questo scultore...





me gusta mucho.

Todji Kurtzman

lunedì, gennaio 21, 2008

La rete che fa ricordare...



Un piccolo giro su You Tube risveglia ricordi milanesi. Un trio di amiche che girava la città alla scoperta di rock bands.
Ondeggiare i corpi ridendo di quella complicità femminile dove la malizia ti porta a chiudere gli occhi ed immaginare spazi di piacere.


Ballare, ridere, socializzare.

Le Charlie's Angels del sud Italia; un'abruzzese, una pugliese e una laziale, studentesse di metropoli e di gioia.

Belle le mie amiche, belli i nostri ricordi.
E' bastata una canzone a renderli così intensi.




domenica, gennaio 20, 2008

Verde

Mi adorno di verde
cerco il verde
mi tingo di verde.

Verde.


Intanto ammiro il blu... che meraviglia questo quadro di Dalì.


martedì, gennaio 15, 2008

The Beatles...

... mi allietano la vita.

Ascoltarli da un sapore diverso alla giornata.

Confesso:
L'energia erotica è un energia che spesso non riesco a contenere, forse devo semplicemente farla fluire e smetterla di preoccuparmi dei suoi effetti. Da essa emergono parole che diventano romanzo, corteggiamenti immaginati, corteggiamenti reali... corteggiare la vita.

Forse è proprio ciò che faccio.

CORTEGGIO LA VITA!

O è la vita che corteggia me?

sabato, gennaio 12, 2008

Amanti dei Beatles

Ho visto un film splendido ieri sera, un film che per una fan dei Beatles e dei bravi registi è imperdibile.

Lo consiglio vivamente. Across the Universe di Jiulie Taymor, ancora in sala.
Meravigliosa regia, bravi attori, musiche incredibili, camei strepitosi, Joe Cocker vestito da barbone che canta un brano e Bono Vox, splendido in I'm the walrus.

Che meraviglia.
Che uso streitoso della camera, dei colori, della musica.

venerdì, gennaio 11, 2008

Perdite

Ho perso una persona splendida giorni fa, un simpatico personaggio che mi ha accompagnato per tutta la vita, un uomo solare, dalla battuta pronta, dalla sensibilità attenta alle passioni altrui.

90 anni sono tanti, se si muore a 90 anni sembra un ottimo traguardo, eppure certe persone vorresti che ti seguissero sempre, che non si dovesse rinunciare al piacere di vedere quel sorriso e sentire quella mano calda che ti accarezza la faccia.

Guido, un nome buffo, una volta lo tradussi ad una mia amica tedesca in inglese, I Drive le dissi. Quanto rise dopo, non riusciva a fermarsi. Aveva appena conosciuto un ragazzo che le piaceva e non poteva credere alle sue orecchie quando le dissi che si chiamava I Drive.

Il 90enne Guido è stato uno Zio_Nonno splendido per me. Ieri ho preparato un piatto di Tagliatelle al ragù in suo onore, il suo piatto preferito, uno di quei piacere della vita che lui amava gustare. Entrambi amanti dei piaceri della vita, entrambi festeggiavamo il compleanno nella stessa settimana, il 15 ottobre lui il 21 io, entrambi convinti che la vita vada assaporata come un succulento piatto di tagliatelle al ragù. Io preferisco gli gnocchi, adoro gli gnocchi, a giorni mangerò anche quelli, in suo e mio onore perché la morte va ricordata con la vita, con i colori della vita, con i sapori della vita.

Ciao uomo, ciao furbetto con i baffetti da sparviero e le orecchie enormi, tu che amavi le donne, tu che amavi i sapori, tu che di ogni persona percepivi il tratto particolare, ciò che le distingueva dalle altre.

Ciao persona adorabile. Ora non più corpo ma solo sentimento.

domenica, gennaio 06, 2008

Ma il sorriso torna sempre...

...grazie agli stimoli che mi piace cogliere per la via, conoscenze ed amici da tutto il mondo che rendono i linguaggi intercambiabili e le esperienze condivisibili.

Oggi ho letto un passo molto bello da un autore svedese da poco scoperto e che consiglio di leggere.

"Da tempo ormai avevo smesso di credere che la vita avesse un senso. Era solo questione di resistere. Nel matrimonio, nel lavoro, nel monotono scorrere di giorni senza gioia. E poi un giorno... la vita s'insinuò dentro di me, le cose mi rivolsero d'improvviso un lato che non avevo mai visto, aprii gli occhi, osai incontrare il mondo" (da La vita vera di Goran Tunstrom, Edizioni Iperborea)

Auguro questo passaggio a molte persone...

mercoledì, gennaio 02, 2008

L'adolescenza...

Prima di tutto Buon Anno... che la gioia ci piova addosso per rigenerarci.

La solarità, il buon umore, il cercare di coltivare i propri interessi, crederci, sono spesso stati d'animo catalogati nella sfera dell'adolescenza. Continuo a chiedermi perché, ebbene sì, continuo a chiedermi perché il mio modo di essere a volte susciti fastidio in alcune persone, un fastidio condito di ostilità che mi porta ad ascoltare alla mia tenera età di 36 anni questa frase:

"Tu vuoi fare l'adolescente, ma ricordati che sarà l'adolescenza a lasciare te!"

Una frase pronunciata con il sorriso in bocca, vestita da battuta, ma che considero armata della peggior specie di ostilità, un'ostilità condita di fastidio per il mio modo di intendere la vita...

Questa frase torna alle mie orecchie ogni giorno ed è riuscita a rendermi malinconica, forse perché è stata pronunciata da uno della mia famiglia, uno quasi coetaneo. Ciò che mi rende triste è la cattiveria che nasconde, neanche tanto bene, una frase del genere. Il credere che ci sia un tipo di vita per ogni età e che le alternative ad un tipo di vita per la mia età siano catalogabili come stranezze appartenenti all'adolescenza.

Io non credo in questo, non credo che ci siano solo poche vite possibili, credo nella molteplicità, nella curiosità, nelle sfumature ed allora perché questa frase mi risuona nelle orecchie?

Forse perché è spietata e così poco attenta all'umano sentire.