giovedì, dicembre 20, 2007

Jules e Jim

Ho rivisto Jules and Jim questa sera, un delizioso film di Truffaut dal meraviglioso romanzo di Henry Pierre Roche. Un film visto molte volte e ad ognuna provo una sensazione diversa, credo dipenda dal momento che si sta vivendo. Ci sono dialoghi molto belli e da essi riflessioni nascono spontanee.

La prima è che c'è una forma di egoismo in tutti e tre i personaggi; in amore egoismo ed altruismo sembrano andare a braccetto, ma in Jules and Jim è significativo il gioco che si crea tra loro e il film riesce a rendere bene la troppa importanza che si da al tradimento. Forse non si dovrebbe mai usare questa parola in amore, tradimento non rende bene il senso di alcuni gesti scaturiti da delle emozioni.

Credo che le emozioni richiedano sempre rispetto, che ogni individuo debba rispettare le proprie e quelle degli altri. Una storia come quella raccontata da Roche va ben oltre le categorizzazioni, è attenta a delineare le sfumature del vivere e del pensare, forse è per questo che riesce a lasciarmi sempre un segno.

mercoledì, dicembre 19, 2007

martedì, dicembre 18, 2007

Oggi raptus... creativo

Ci sono giornate in cui perdi tempo, a me piace pensare che perdo tempo ad assorbire energie, e ci sono giornate in cui sei presa da un raptus creativo che non si interrompe neanche dopo l'ennesimo messaggio tentatore o dopo la telefonata che ti da una notizia da far girare qualsiasi palla.

Ecco, oggi sto bene perché niente e nessuno è riuscito a rompere l'incantesimo creativo e le pagine del libro crescevano crescevano e crescevano. Il personaggio mi ha preso per mano e mi ha portato in giro per New York; eh sì, al momento lui è lì, beato.

venerdì, dicembre 14, 2007

Appuntamento di Sabato

Ricordo l'appuntamento di Sabato 15 Dicembre ore 20
Fresco Vivo Wine Art Caffè
Via Gentile da Mogliano, 135 ROMA

presentazione di Roma Per le Strade, editore azimut
sarò presente io con gli altri autori e leggerò un brano tratto da Vista San Pietro

Vi aspetto!
cristiana

mercoledì, dicembre 12, 2007

qualche immagine della fiera

Posted by Picasa


brevissimo estratto delle mie "perle di saggezza"


ammazza quanto so brutta!

altra presentazione...accorrete che si beve.

martedì, dicembre 11, 2007

Scrivo

Il romanzo è delineato dal movimento delle mie mani sulla tastiera, i personaggi principali oggi si sono notati, una piccola occhiata, nulla di più, solo un breve attimo di percezione della loro esistenza.

La pigrizia, la mia, è sempre in agguato, sono piena di immagini, di parole che non aspettano altro di uscire, ma poi c'è l'arte del cazzeggio, un'arte che mi vede maestra, cultrice, ozio che potrei definire creativo ma che a volte è semplicemente ozio. Mi basta sedermi di fronte al computer, aprire il file e capire che le parole arrivano, semplicemente. Ma quante volte aspetto ad aprire quel file, quante volte mi nego la soddisfazione di quell'emozione creativa.

E' piacere, puro piacere, ma spesso ne cerco altro, di altro genere, per il puro gusto di distrarmi, di perdere tempo per ritrovare il gusto del tempo

Sono una donna complicata, lo so; sono una scrittrice pigra, so anche questo, ma è tutto nella mia testa; ho trascorso questi mesi ad assorbire, a viaggiare ed assorbire ed ora è tutto lì, pronto ad uscire, devo solo aprire quella cazzo di porta e sbatterla in faccia alla mia pigrizia, figlia di attacchi di metereopatia.

Oggi ho scritto, oggi continuerò a scrivere fino al momento in cui andrò ad ascoltare le parole di un altro scrittore, Stefano Benni.

domenica, dicembre 09, 2007

E poi c'è Camilleri

E poi capita di ascoltare Camilleri ed allora la boriosità, la noia e la distanza sono sensazioni lontane perché finalmente si respira il fascino dello scrittore, il fascino di una mente attenta, gioiosa e soprattutto ironica.

Meraviglioso ascoltarlo; cresce forte il desiderio di sintonizzarsi ancora nella sua saggezza letteraria, in quel gioco della lingua, in quell'ironia avvolgente.

Confesso di non aver mai letto Camilleri, semplicemente perché leggo poco i Gialli e poi perché nella scelta dei libri sono spesso esterofila, ma cavoli quanto mi ha conquistato ieri e tutte le altre volte che ho avuto il piacere di ascoltare le sue interviste.

La stessa sensazione me l'ha data Raffaele La Capria al Festival di Pescara.

Scrittori che sanno affascinare, scrittori che sanno farti amare ancora di più questo mestiere.

sabato, dicembre 08, 2007

SODDISFATTA

E' stato bello presentare due Libri. Parlare di scrittura, della mia scrittura, mi rende gioiosa. E' il momento del confronto con il pubblico ed è un momento emozionante per lo scrittore. Vagare tra le chiacchiere della gente, sentirmi a mio agio, condividere passioni.

Ma poi mi fermo a pensare alla mosceria che si respira nelle fiere, non c'è fermento, molte le facce annoiate tra gli stands, molti gli autori che si prendono tanto sul serio, editori che fanno altrettanto e mi dico che la letteratura, l'arte in genere, avrebbe bisogno di trasmetter più emozioni, più brio, più gioia.

Credo che questi canali comunicativi e d'incontro debbano essere cambiati. Quell'atteggiamento accademico_borioso che spesso si respira in luoghi simili è fastidioso. Questo bisogno di stupire, di manifestare il proprio grado di erudizione a mio avviso spegne il lettore. Al lettore dovrebbe essere accesa quella scintilla emozionale ed evitare di farlo sentire distante.

venerdì, dicembre 07, 2007

VI ASPETTTO

Oggi, venerdì 7 dicembre, vi aspetto alla Fiera Più Libri Più Liberi al Palazzo dei Congressi dell'Eur.

Doppio appuntamento sala Ametista ore 16 ed ore 20.

cristiana

martedì, dicembre 04, 2007

RADIOHEAD

Oggi voglio parlare di una band che adoro, i Radiohead, che hanno lanciato un'iniziativa di cui, secondo me, si sentiva il bisogno. Molte testate giornalistiche stanno portando avanti la voce della multinazionali discografiche, contestando la scelta dei Radiohead di permettere ai loro fan di scaricare direttamente dal loro sito, www.radiohead.com, il loro nuovo disco facendo un'offerta libera.

La musica, l'arte in genere, è un bene che va condiviso e che deve poter essere usufruito da più persone possibili secondo i propri bisogni, secondo le proprie possibilità. Un'offerta libera permette e potenzia questa condivisione e affronta con lungimiranza e razionalità una realtà che non può essere fermata, quella del download in rete.

Anch'io ho fatto la mia libera offerta ed ora vi sto scrivendo al suono del nuovo disco dei Radiohead. Nei giornali scrivono che la maggior parte dei fan ha scaricato a € 0, inutile dire che queste sono parole atte a bloccare questo genere di iniziative. Io ho pagato, come tante altre persone, secondo le mie possibilità, perché un fan rispetta sempre l'artista che gli propone un gesto di libertà.

Vi consiglio vivamente di fare anche voi un gesto di libertà culturale downlodando questo splendido disco. Se volete, compratelo qui.




sabato, dicembre 01, 2007

Ecco la recensione scritta da Alessandro Dezi, apparsa su Blue, di Microcosmi Erotici...

Quest'anno mi sdoppio



Quest'anno mi sdoppio. Alla Fiera della piccola e media editoria di Roma, Palazzo dei Congressi all'Eur dal 6 al 9 Dicembre 2007 sarò presente a due appuntamenti.

Il 7 Dicembre

ore 16 SALA AMETISTA
Eros si scrive al maschile, si legge al femminile. Presentazione dei Libri L'altra di Cinzia Tellarini, Danzando con i propri Demoni di Giusi Dottini e Microcosmi Erotici di Cristiana Rumori.
Relatore: Beniamino Marchi
Editore: Non Solo Parole


ore 20,00 SALA AMETISTA
Presentazione del libro Roma per le strade di Autori Vari, edizioni Azimut. Cristiana Rumori è presente con il racconto Vista San Pietro, interverranno Franco Romano ed Alessandro Dezi.

per maggiori informazioni sulla Fiera clicca qui

un mio nuovo racconto presente nell'antologia Azimut uscita in questi giorni


VISTA SAN PIETRO di Cristiana Rumori

lunedì, novembre 05, 2007

PROBLEM SOLVING

Tornare a casa può essere gradevole, aprire quella porta, guardarsi intorno e magari rilassarsi sul proprio divano e silenzio, quel silenzio che a New York era assente. Ma quando apri la porta di casa e capisci che è un'altra la tua casa, una casa lontanissima, capace di renderti raggiante, di farti svegliare al mattino con quell'energia da tante cose da fare e guardare fuori dalla porta per osservare un mondo sconosciuto che con i giorni si fa sempre più familiare.

New York, oh New York.

Now I'm back in Rome. Lovely Rome, la Roma dei monumenti, della gente che s'impiccia per la via, che commenta, adoro la gente che s'impiccia, che corre in scooter, ma che a piedi va lenta per guardarsi intorno. E cambiare casa, di nuovo, per ritornare in un quartiere che ho tanto amato, Il Celio, e salutare San Pietro per ammirare Mr Colosseo, molto più affascinante, che fu contenitore di morte, ma che ora riflette solo romantici pensieri, i miei perlomeno.

Grattacieli lasciano spazio all'antichità, sotto questo cielo romano e la mia mente che viene e che va. Atlantico - Mediterraneo, il mare è sempre mare, ma quanto mi piacerebbe stare un po' qua e un po là.

Intanto Trasloco Trasloco e ancora Trasloco.

Nuova stanza da rendere familiare, nuove energie da canalizzare e andare, andare e andare.

Io intanto vado.
Con la mente, con il corpo.


mercoledì, ottobre 31, 2007

giovedì, ottobre 25, 2007

Festival della Letteratura di Pescara


Dall'8 al 10 Novembre prende il via il Festival della Letteratura di Pescara, quest'anno insieme a grandi nomi compare anche il mio...

Piacevole sorpresa, per maggior info clicca qui

domenica, ottobre 21, 2007

Tanti Auguri a Me...

Compleanno Newyorkese quest'anno. N° 36 in NY.
Oggi splende il sole, fa caldo, un buon modo di risvegliarsi dopo danze notturne in a disco. Festeggio girando tra queste strade, brunch domenicale and see what happens...

Happy BirthDay!

giovedì, ottobre 18, 2007

Lo so Lo so

Lo so che non sto scrivendo niente da New York, ma quando viaggio mi piace immergermi totalmente nel paesaggio ed assorbire, assorbire, assorbire.

Sto assorbendo.

Poi scriverò...

domenica, settembre 30, 2007

ultimi preparativi per New York

Ebbene sì, parto.
Trovata casa al West Village, prenotato volo e la testa è immersa nell'emozione del viaggio che si avvicina.
Ancora qualche giorno e poi Olè.

sabato, settembre 22, 2007

venerdì, settembre 21, 2007

Piccoli passi verso la leggerezza...

Sto organizzando un viaggio a New York, partirò da sola, sempre che riesca a trovare una casa in affitto ad un prezzo decente (anzi chi ha contatti a New York e dritte da propormi è il benvenuto!).
Lo faccio per me e per il nuovo romanzo, parte del quale vorrei ambientare nella Grande Mela.

Desidero talmente tanto conoscere quella città che mi sembra strano riuscire a partire. Ci crederò solo quando scenderò dall'aereo...

sabato, settembre 15, 2007

Naturalmente Stupidi

Giornata deliziosa qui a Roma, caldo, un bel caldo settembrino. Si va al mare, sì, molto volentieri. Bella l'amicizia, belli gli inviti improvvisi.

Arriviamo a Capocotta nell'oasi naturalistica dove è tanto naturale essere nudi quanto essere vestiti. Come vuoi, come ti senti. Ho optato per la via intermedia, topless con mutandine, mi andava così.
Piacevole godersi quelle chiacchiere in riva al mare, delizioso godere della naturalezza di certi ambienti, ma si sa, gli stupidi non mancano mai. Proprio Mai. E così dopo un po' comincio a vedere due uomini dietro di me che si toccano il pisello. Succede, momenti in cui la sabbia da fastidio, bisogno di giocherellare un po', normale, credo, penso, ma poi vedo che il giocherellamento dura un po' troppo, allora dimentico e mi faccio i fatti miei. Ed è in quel momento che un ragazzo naturalista si avvicina per chiacchierare, parla, dice cose assai poco interessanti, ma succede anche questo e poi, perché c'è sempre un poi, anche lui sembra aver bisogno di toccarsi, forse sabbia, forse prurito, molto più probabili i pruriti. Allora garbatamente, con totale indifferenza, saluto, lui mi guarda sorpreso, io me ne frego e lui si allontana con, diciamo, la coda tra le gambe. Ma il peggio doveva ancora accadere, uno di quelli che si toccava dietro di me mi urla: " Te la leccherei tutta!".
Allora penso come possono essere Naturalmente Stupidi certi Uomini!
Che modo trash di ammirare una donna. Così mi sposto più in là dove la gente sa essere garbata.

Uomini che mi leggete, vi prego, non siate così STRONZI con le donne!

ps: sottolineo che la spiaggia è popolata anche da naturalisti veri, tanto per dovere di cronaca ed è proprio un bel posto.

giovedì, settembre 13, 2007

donne

Ho appena letto le prime pagine di un romanzo che sta scrivendo una mia amica. E' come se mi avesse preso a schiaffi; quelle pagine così dirette, così cariche di vita, emozioni, dolore mi hanno fatto piangere. Il suo dolore si è trasformato nel mio, quel dolore che cerchiamo di contenere in pubblico condendolo di battute ciniche, brillanti, di donne che sanno ridere di se stesse e che sanno anche piangere, lasciandosi andare solo nel silenzio della propria casa per quel dolce senso di discrezione, per quel non voler diffondere la sofferenza negli altri e per quel bisogno di non trattenere le lacrime.

Quella amica, così scrittrice e così modesta nel non definirsi tale. E il dolore, considerato una delle più produttive fonti di creatività, che pulsa dentro di noi, in giornate in cui riprendiamo il nostro cammino, forti, curiose e spezzate.

Scrittrici, amiche, donne.

mercoledì, settembre 12, 2007

Il dizionario del cinema erotico

Capita di svegliarsi al mattino e leggere un articolo scritto meravigliosamente...

di CONCITA DE GREGORIO
Diceva un grande maestro di tango, a Buenos Aires, durante una lezione collettiva a ballerini provetti arrivati da tutto il mondo ad ascoltarlo: "Immaginate di essere in un film: quando passate da una scena di tango a una di sesso lo spettatore deve avvertire un netto calo di tensione erotica". Era un uomo piccolo di statura e sovrappeso, un uomo brutto a vederlo seduto al tavolino di un bar. Diventava irresistibile nel ballo, desiderabile e magnetico come la nostalgia. Fermava il passo e diceva con improvvisa freddezza quella faccenda del tango e del sesso come fosse una semplice notazione tecnica.
Continua

martedì, settembre 11, 2007

Episodio 1

Cerco di nuovo casa. La 5° in 4 anni e mezzo a Roma.
I cambiamenti hanno a che fare con molti settori, diciamo all'incirca tutti i settori. Mi sento tanto elettrizzata quanto smarrita, una fantastica palla da basket che rimbalza, che a volte fa canestro e che ogni tanto sbatte sul bordo e va fuori.

Ma i cambiamenti sono anche nuova energia creativa da canalizzare e allora benvenuti a tutti e diamoci da fare.
Tornano alla mente momenti nelle vecchie case, aneddoti curiosi con coinquilini e 18 anni di vita condivise con svariate persone. Alcune diversissime, molte diventate amici, un paio di fidanzati e qualche anno da sola.

Episodio 1: Episodio con la pazza, l'infaticabile giapponese scassamaroni dal nome dimenticato. Come mia buona abitudine con i nuovi arrivati, cominciai a condividere piatti di pasta da me cucinati e altre azioni legate al concetto di ospitalità e condivisione. Un giorno arriva un mio fidanzato olandese a trovarmi e Lei , gentilmente, dopo aver chiesto la immediata restituzione di un pacco di spaghetti preso in prestito dalla sua dispensa, mi chiede di calcolare il costo delle docce calde fatte dal mio fidanzato per poterle detrarre dalle sue spese per le bollette. Non stupita dalla sua richiesta, ormai mi aspettavo qualsiasi cosa da lei, le rispondo di calcolare lei stessa il costo di ogni singola doccia, un po' come si fa nei campeggi con il gettone per l'acqua calda, e di farmelo sapere. Quella fu l'unica volta in cui mi avvalsi dell'intestazione del contratto di affitto per sbatterla gentilmente fuori di casa alla minaccia che avrei organizzato feste su feste se lei non se ne fosse andata. Prima di lasciarmi in pace, non dimenticò di urlarmi che ero una fancazzista, sempre pronta a divertirmi.

Seguiranno altri episodi.

lunedì, settembre 10, 2007

domenica, settembre 02, 2007

Corto Cortissimo

Mi sono rasata i capelli, ne sentivo un gran bisogno. Bisogno di rimuovere pensieri paranoici, ricordi melodrammatici ed andare dritta per la mia strada, di nuovo con il vento in faccia e gli occhi curiosamente aperti... non sempre i pensieri paranoici sono nei nostri capelli ma come dire è piacevole sentire quel rumore di forbice, quello zac zac, quello zzzzzzzzzzzzzzz della macchinetta e guardarsi allo specchio con la faccia esposta, il sorriso in agguato e gli occhi che illuminano nuove giornate.

wwwrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr mi sento molto meglio e caso vuole che la mia femminilità sia alle stelle

venerdì, agosto 24, 2007

Una bella storia di cinema e passione...

Ho letto una splendida intervista a Woody Allen fatta in occasione della morte di Bergman. Un genio parla di un altro genio, con semplicità, modestia, passione e umanità. Questa è la mia idea di arte e di creatività.

Grande Woody, per leggere l'intervista clicca quì.

martedì, luglio 24, 2007

Microcosmi Erotici ad Omnibus La 7

Giovedì intorno alle 7.40 a.m. manderanno in onda la mia intervista. Parlo di Microcosmi Erotici, leggo qualche brano ed inondo l'etere con le mie perle di saggezza.

Il programma si chiama Omnibus, in onda su la 7, dalle ore 7 alle 9, l'intervista si vedrà dopo le 7.40

Vi aspetto curiosi

mercoledì, luglio 18, 2007

London Calling

Ebbene sì, è bastato solo qualche giorno in giro per Londra per sentire la chiamata, quella chiamata che aveva trillato nelle mie orecchie anche dieci anni fa. L'altra volta le varie vicissitudini non mi hanno fatto rispondere, ma cosa succederà questa volta? Darò ascolto al suadente trillo o mi perderò in altri limbi?

Lo scoprirò presto, sta il fatto che quella città trasmette una bella energia e in un momento come questo ne avrei assoluto bisogno.

IL VIAGGIO.

venerdì, luglio 06, 2007

Menti In Viaggio: couchsurfing, home exchange

Menti in Viaggio (7thFloor n°8)
di Cristiana Rumori


In queste giornate di calura estiva molti di noi hanno un solo pensiero, assentarsi dagli impegni lavorativi per godersi un po’ di sano ozio, quel piacevole momento in cui le scalette di lavoro servono come base di appoggio di una bibita ghiacciata e nessun ansia c’invade se le gocce refrigeranti rendono illeggibili i nostri scritti. Ozio allo stato puro, momenti dove ogni cosa sembra possibile e dove una sola parola viene alla mente: VIAGGIO.


Vorrei partire dal viaggio di Matt, ovvero di quel ragazzo del Connecticut che nel lontano 2003 decide di lasciare il suo lavoro in Australia per concedersi qualche mese in giro per il mondo. Matt apre un blog per tenere informati amici e parenti sui suoi spostamenti, corredandolo di video dove si diverte a danzare in varie località. Ed ecco che dopo qualche mese si realizza uno di quei sogni americani che a noi italiani capita di desiderare, il blog attira l’attenzione dei bloggers, fa il giro degli Stati Uniti e Matt viene convocato da un’azienda produttrice di chewing gum che decide di utilizzarlo come testimonial e pagargli un ulteriore viaggio di 6 mesi per realizzare nuovi video danzerecci. Inevitabile l’attenzione dei mass media che lanciano definitivamente Matt nel mondo dei viaggi sponsorizzati.

mercoledì, giugno 27, 2007

Attenzione Disattenzione

La mente corre verso un unica parola VIAGGIO.
Organizzo vie di fuga cercando di mantenere un minimo di attenzione sul lavoro. Penso: "Potrei continuare a scrivere il romanzo iniziato mesi fa!", intanto porto avanti altri lavori, e rimando, rimando, rimando, rimando ancora.

C..zi da risolvere mi accompagnano in queste giornate di decisioni da prendere e da non prendere. Rimando.

Penso al week end scorso, in zona molto residenziale, vipsssssssssss, offerto da quel di BLOGO.IT. Ho conosciuto Pinkladies, BlogLadies and BlogMen. Dormito in appartamento de luxe con arredamento hi-tech e receptionists che se la tiravano molto ma molto.

Bagni in piscina, gavettoni, esaltazioni alcoliche, danze, chiacchiere, sfottimenti vari e pulmino di ritorno con spirito da gita liceale. I treni hanno diviso amicizie Romano-Milanesi in barba alle campanilistiche rivalità. E poi scooter verso casa, casa, microchiacchiere, silenzi.

VIAGGIO!


lunedì, giugno 18, 2007

venerdì, giugno 15, 2007

Piacere sono Donna. Piacere sono Uomo.

Suonano.

Lo guardo entrare vestito, giusto qualche attimo prima di rimuovere quella superflua stoffa coprente. Inutili abiti desiderati, ricercati, rivendicativi di gusto e carattere, cadono a terra.

Come sei? Come siamo?

Ci osserviamo.

La musica scandisce il ritmo di una danza sinuosa, arcaica, animale.

Ci annusiamo alimentando il piacere di questa dolce e naturale vista.

Io tocco te, tu tocchi me, dolcemente, scoprendo tratti di noi, volta per volta, posando gli occhi per poi ritrarli, timidi, carichi di malizia, sicuri.


Piacere sono Donna. Piacere sono Uomo.


Due corpi, due menti, brividi lungo la schiena.

I piedi nudi sul pavimento freddo, ostile, allettante, mentre cadiamo a terra e rotoliamo su di noi, sul marmo che mmmmhhhhhhhhhhh alterna la nostra temperatura.

Ho freddo, ho caldo, freddo, caldo, freddo, caldo, caldo e torpore e musica e suoni e dialoghi senza parole e sapori, odori, pelle solo pelle ora.


E labbra, lingua, denti, bocca, saliva che scorre creando piccoli ponti, gocce.

Guardami.

Guardo.

Giochi.

Gioco.

Sospensioni.

Sorrisi.

Piccole parole sussurrate.

Ti ho cercato.

Mi hai cercato.

Immagini nella notte.

Desiderio.

E' tutto così bello, morbido, soffice, forte, debole, libero.

Mi fai bene.

Mi fai male.

Sei sensuale.

Fluttuo.


Poi Cerchi il mio sguardo, afferri il mio viso. Un attimo, un breve ed inteso attimo prima di affondare e guardare per poi perderti, perdermi e fluttuare, fluttuare, su e giù, su e giù, con la musica che ci segue su e giù, mi tieni la testa, ti tengo la testa, stringiamo, fermando i pensieri, comprimendoli, trattenendoli ancora e di più per poi liberarli e urlare e volare volare volare.

Dove sono?

Dove sei?

Sei quì?

Sono quì.

E' morte

E' vita

E' Libertà.


© 2007 Cristiana Rumori

sottofondo musicale consigliato Sunflower di Mucca Macca

sostenibile leggerezza dell'essere

ci sono giorni in cui l'ozio prende il sopravvento
giorni in cui ti piace rimandare a domani
perderti in mille distrazioni
guardare dentro
guardare fuori
fare progetti
disfarli
perdersi in chiacchiere on line, reali, per la via, al telefono
e assaporare quel dolce gusto di dare buca ai tuoi impegni
di prendere tutto poco sul serio
di giocare a non sentirsi in colpa
di dire sì ma poi cambiare idea
di dire no e poi cambiare idea
di leggere e poi fermarsi
di guardare film in sequenza
di immergersi in tanti mondi
di crearne di nuovi
di vestirsi per uscire e poi dimenticarsi
e fluttuare leggera da una conversazione all'altra
come una pagina di un libro che si strappa e si muove rotolando nel vento

giovedì, giugno 14, 2007

WOP WOP

plano tra pensieri liberi
wop wop
ballo sulle miei giornate salutando qualche preoccupazione
wop wop
sogno lidi lontani e nuovi espressioni di me
wop wop
I'm the melting-pot of every culture in the Earth
wop wop

grazie Raiz
balliamo nel suo spazio - Raiz

martedì, giugno 12, 2007

buio in sala

accarezzami ancora
mentre il bisbiglio del cinema suona la sua musica
e la tua mano attende che le luci si spengano per osare

i posti in sala si riempono lentamente
il tempo sembra non scorrere mai nell'attesa che tutto taccia e che il film cominci

ma il film attende
il tempo attende
noi attendiamo

assaporo il desiderio di quel bacio che non ci siamo mai dati
immagino
sogno
aspetto che questa gente s'illumini di buio in sala e scompaia

ma il film attende
il tempo attende
e noi siamo sospesi in questo limbo di desiderio che cresce
sale
scorre
si amplifica

un limbo pieno di trepidazione che mi fa sentire viva
felice in quell'attesa che è magia
che è chiedersi come saranno quelle labbra
quale gusto morbidezza e ancora sapore

giro lo sguardo per ridere di me
di noi
di quell'entusiasmo che mi spinge a giocare
a sperimentare le molteplici facce di una vita
e sentirla mia, ancora una volta

ecco, è buio
increduli ci guardiamo sorridendo
ma è giusto un attimo
prima di lambire il piacere e mangiarci le labbra con forza
a lungo
dolcemente
lentamente
con gli occhi che si guardano
che ridono
che non attendono
che godono del piacere di osare
di smettere per ricominciare



domenica, giugno 10, 2007

Adrenalina da Innovazione

Muoversi tra le persone assorbendo racconti, immagini, curiosità, innovazione, coraggio, politichese, palloncini che si potrebbero gonfiare ma che poi rimangono nascosti ai più per timore che non capiscano.

Interventi interessanti, illuminanti, abbaglianti, robotizzanti, ripetenti, egocentrici e multicentrici.

Il succo qual è?
Palle da tirare nel centro di teste politiche rappresentative di se stesse chiamate in causa in quanto potenti e "firmanti" di progetti tutti da finanziare.


Ciò che è reale e ciò che è virtuale, il virtuale nel reale, la realtà virtuale e la provincia italiana degli "immanicamenti" sempre così reale.

E poi interviste impossibili nella immaginazione fiorentina del cinquecento, second life in third life, le imprese come esempio di ristagno innovativo, magliette creative, penne arancioni, architettura moderna contenitiva e settimo piano.

Tutto mentre i miei piedi gioivano accarezzando erba finta, i miei occhi s'illuminavano per le chiacchierate creative e i mie pensieri vagavano verso lidi liberi dove la parola ha un suono meraviglioso e le menti diversamente creative condividono spazi di pensiero.

C'è qualcuno che ha capito cosa sto dicendo?

Breve sintesi emotiva di una giornata trascorsa al Festival dell'Innovazione di Roma, all'Ara Pacis.

lunedì, giugno 04, 2007

Aprire una finestra...



Aprire una finestra sul verde fa ben iniziare la giornata... per un intero week-end mi sono concessa la tranquillità di un eremo alle porte di Viterbo. Io che religiosa non sono ho dormito per due giorni in quelle che erano le stanze di uomini di Chiesa. Circondata da crocifissi e quadretti dedicati alla Madonna mi sono immersa in un week-end intensivo di Yoga Kundalini associato ad esercitazioni del Metodo Stanislavskij Strasberg.

Esperienza emozionante e coinvolgente; molto lavoro fisico, molto lavoro mentale. Si è creata un'empatia emotiva con tutte le persone del corso, tutte abbiamo avuto il piacere di conoscerci così come siamo, spogliati di ogni sovrastruttura.

Ho avuto un'incredibile fascinazione per gli esercizi di Metodo, esercizi che permettono alle persone coinvolte di raggiungere un stato emotivo puro ed emozionante. Come scrittrice ho la consapevolezza del mio essere attrice della parola nel momento in cui mi calo nel personaggio di un libro, sento il bisogno di approfondire ancora di più questa mia parte e assaporare ancora una volta quella gioia emotiva che gli esercizi di Metodo mi hanno regalato. Gioia per il piacere di osservarsi e gioia per il piacere di osservare le persone presenti e godere di quel potenziale umano contenuto in ognuno di noi.

Lo yoga kundalini, che pratico già da circa un anno, ha amplificato lo stato di grazia di quelle ore. L'immagine che ho impressa nella mente e che mi sento di condividere è stato il mio camminare a piedi nudi per l'immenso parco che circonda l'eremo e sentirmi parte di quella natura. Abbracciare stretto un albero è stato il mio modo di farne ancora più parte.

Equilibrante semplicità...



Posted by Picasa

martedì, maggio 29, 2007

Outing

Ieri ho rivisto la replica della trasmissione Outing di Teleroma56, è stato divertente rivedersi in video, ho persino pensato di aver detto delle cose intelligenti...

E' stato tutto leggero e divertente, bello conoscere Chantal.Mario, una deliziosa drag queen, dalla mente lucida e dalla grande sensibilità. Abbiamo giocato con i generi, risposto con garbo alle domande provocatrici di Maurizio, co-presentatore un po' inacidito e con qualche difficoltà ad uscire da se stesso, anche se bravo nel suo ruolo di provocatore, accompagnato da Patrizio, per contro gentile ed intelligente. E poi Michele e il suo libro sugli Escort e Francesco_Morgana un appassionato e appassionante conoscitore di Musical.

La Diversità è inebriante!


sabato, maggio 26, 2007

Stasera...in tv

Su Teleroma56 questa sera, sabato, alle ore 22,00 sarò ospite del programma outing condotto da Patrizio Amabili e Maurizio Gregorini. Durante lo show, che è in diretta, è possibile intervenire da casa... massacratemi pure!

Nel mio caso l'outing è ammettere di aver scritto un libro...

Replica del programma Lunedì 28 alle ore 24,30

giovedì, maggio 24, 2007

Cristiana e Monica presentano...

Vesto ancora una volta i panni del relatore, ormai ci ho preso gusto ad avere un microfono in mano, questa volta in compagnia della giornalista e amica Monica Maggi, donna dalle mille risorse.

Insieme per presentare due libri della Graphe edizioni. Gli autori sono Clara Vajtho, Poesiole doppiosensuali, e Michele Milon, Viaggi distratti. Servizi all inclusive. Due modi di intendere l'erotismo, uno più ironico, nel caso di Clara, ed uno più produttivo, nel caso di Michele.

Venerdi 25 maggio alle ore 18.30 da Libri con Gusto, Roma.

MySpace

Con molta calma, pazienza e cocciutaggine sto allestendo la mia pagina myspace


che fatica sto htlm...

martedì, maggio 22, 2007

Pescara: Libreria Hub Bookewine


Esperienza deliziosa quella avuta da Bookewine, bello essere accolta così in terra natia.

Oscar Buonamano, il giornalista che ha condiviso con me questa esperienza, è stato bravissimo a creare un'atmosfera rilassata e colloquiale. Oscar ha avuto la capacità di cogliere le sfumature tra le mie parole, scavando a fondo nei miei racconti, da uomo curioso qual è, e cogliendone l'essenza.

Ha segnato parti del mio libro, lo ha vissuto come lettore attento e giornalista che sa e desidera approfondire. Per uno scrittore vedere il proprio libro sottolineato e corredato di note e di segni è emozionante, se poi in quei segni e sottolineature ritrovi dei passi preferiti tutto diventa più coinvolgente.

Bello conoscersi passandosi un microfono, facendosi domande e dandosi risposte. Vi consiglio di leggere il blog di Oscar per scoprire la parte colta dell'Abruzzo.

Torino: Fiera del Libro




Posted by Picasa

sabato, maggio 19, 2007

Domani

Continua il mio tour di presentazione, dopo la piacevole tappa di Torino domani mi troverete a Pescara. Sono benvenute persone in ciabatte perchè da me la formalità non è di casa.
Vi aspetto curiosi, ognuno con il proprio bagaglio di pensieri.
A domani Cristiana

martedì, maggio 15, 2007

7th Floor



E' uscito il niovo numero di 7th Floor, il 7°, un numero speciale presentato al Marketing and Innovation Forum di Milano (16-19 Maggio). All'interno due miei articoli, questa volta parlo del Print on Demand. Per scaricare la rivista clicca qui

20 maggio a Pescara

Presentazione di Microcosmi Erotici in terra natia... La libreria HUB Bookewine ospita me e tutti i curiosi che desiderano sapere che fine ha fatto la loro paesana con il vizio del viaggio e il suo innato bisogno di cambiare città.


20 Maggio ore 18 Bookewine... lo so che il mare è invitante ma passate a trovarmi, anche in costume e ciabatte, in fondo si parla di erotismo...


mercoledì, maggio 09, 2007

Scrittori che si sostengono

Domenica 13 Maggio alle ore 17 presso la Libreria Babele di Milano presento il libro Danzando con i propri Demoni di Giusy Dottini.
Anche lei una donna che ha vestito i panni di un uomo, omosessuale.

Vi aspettiamo curiosi per conoscere Giusy e per conoscere me, questa volta in veste di relatore.

venerdì, maggio 04, 2007

Fiera del Libro di Torino


Lunedì 14 Maggio alle ore 16 presentazione Microcosmi Erotici alla Fiera del Libro di Torino.

Dove? clicca qui


Per chi volesse acquistare il testo alla Fiera, l'editore Non solo Parole sarà presente con uno stand.


lunedì, aprile 30, 2007

IL VIAGGIO DI UN'IDEA: dal tavolino di un bar alle librerie

GENNAIO 2004: L'IDEA.

Nasce tutto da un tavolino di un bar illuminato da scorci di Colosseo, un pianista siede di fronte a me alternando bocconi di cibo, sorsate di vino a confidenze. Parla di sé, ma non lo fa in prima persona, no, lui fa parlare le sue donne, quelle che ha sedotto e quelle che sta seducendo, raccontando se stesso attraverso le loro parole.


Man mano le sue storie diventano fantasie, episodi che s'intersecano con immagini di me che vesto i panni di quest'uomo, spogliandomi dei miei, lentamente, con ritualità, ma più lui parla più mi estraneo da quel volto. La mia mente prende a fluttuare tra i tavoli, attenta ad osservare ogni singolo uomo che popola quel bar, quella strada, la piazza più in la, il quartiere, la città. Cosa sta pensando? Cosa osserva? Cosa lo fa ridere? Cosa lo innervosisce?


Torno a casa e comincio a scrivere.


IL CONTESTO.

Un ufficio senza anima e senza condivisione abita le mie giornate dalle 9 alle 18. Al mattino apro la finestra della sala vicino alla mia, guardo fuori con aria sognante e poi mi allontano abbassando lo sguardo. Un gabbiotto in legno simile ad un ascensore è la mia postazione; poca luce, nessuna immagine, solo mura e lusso ostentato nelle sale accanto.


Ma io scrivo e torno a sognare. E dopo qualche mese modifico il contesto, lascio l'ufficio senz'anima per ritrovare la mia.


L'ANNO DOPO:LA PRIMA STESURA

Ritagli di tempo hanno reso possibile la prima stesura. Guardo il mio gruppo di fogli sul tavolo e sono felice. Non ho mai avvicinato il mondo editoriale, non so nulla di utile, decido di procedere per tentativi e ho grandi aspettative. Ma manca il confronto.


IL BLOG, LA RETE, LE CASE EDITRICI

Apro un blog per testare le mie storie. Pubblico parti dei miei racconti e mi rivolgo soprattutto agli uomini. Vi riconoscete nelle mie parole o sentite la presenza di una donna?


Gli uomini mi danno fiducia, le donne affermano di riconoscere quegli atteggiamenti.


La rete mi offre quel confronto necessario, estraneo, distante dalle belle parole degli amici. Intanto racconto i miei tentativi, i primi contatti con gli editori, i viaggi della speranza con testo in mano, armata di sorriso, sicurezza e parole per scavalcare le segretarie tanto ben istruite ad allontanare gli esordienti. A volte mi sembra di avere un marchio sulla fronte con scritto:"Pirla!", ma io abbozzo e procedo.


Frequento molte librerie, piccole, grandi, piccolissime, ognuna è uno stimolo. Passo in rassegna testi in cerca di idee, di nomi, di indirizzi, chi pubblica chi e soprattutto chi pubblica cosa. Procedo per tematiche, affino la mia ricerca. La rete mi aiuta a reperire velocemente contatti, uso il telefono per verificare disponibilità, parlo molto con segretarie poco con direttori editoriali. Scopro un sito molto frequentato che pubblica racconti a tema e mando la prima storia. Loro non solo l'accettano ma inseriscono un bollino di qualità accanto al titolo. Prendo coraggio e mando un'altra storia, altro bollino di qualità. Intanto sull'altro fronte il sorriso viene spazzato via dai primi rifiuti di alcune case editrici. Ricordo ancora il primo, capace di rovinarmi intere giornate ma poi prendo a farci l'abitudine e cresce in me l'ostinazione a continuare. La rete di contatti si allarga, alcuni editori rispondono interessati, primi bagliori di entusiasmo poi il silenzio.


I READING.

Necessito un confronto diretto con un pubblico in carne ed ossa, così organizzo i primi reading. Non sono io a leggere, non ho ancora il coraggio, ascolto l'attore nascondendomi il volto con il collo del mio maglione fino all'applauso, inaspettato.


LE FIERE.

Preparo una presentazione del mio libro: immagine, case history, sinossi e contatti. Giro tra gli stand della Fiera della Piccola e Media Editoria di Roma con le mie cartelline in mano. Mi presento, introduco brevemente il progetto e prometto di spedire il libro una volta verificato il loro interesse. Faccio lo stesso per la Fiera di Torino mentre una parte di me aspetta. Alcuni rispondono, comincia un dialogo che dura mesi.


DUE ANNI DOPO: LA FIRMA DEL CONTRATTO

In contemporanea arrivano tre proposte di pubblicazione. Piccole case editrici s'interessano. Apro le trattative, ad alcuni rivelo l'interesse di altri, ad altri no. Affino la tecnica, senza fretta per non fare la scelta sbagliata. Attenta valuto le possibilità, i contratti, prendo tempo, verifico distribuzione di ogni casa editrice, nessuno è sul nazionale, valuto altri dettagli per decidere. Temo l'errore ma poi firmo un contratto, riuscendo a farmi aumentare la percentuale e a pattuire che mi occuperò di seguire personalmente l'ufficio stampa e la comunicazione del libro.


L'EDITING

L'editing scorre senza problemi, consapevole di dover cedere su alcuni tagli.


LA GRAFICA.
Mi occupo sia dell'immagine di copertina, decido la foto, la scatto e scrivo la quarta di copertina.


PRIMA PRESENTAZIONE: GALASSIA GUTENBERG 2007

Emozionante toccare il libro con mano, presentarlo in pubblico, firmare le prime dediche.


IL LAVORO CONTINUA.

Curo la comunicazione del libro, contatto personalmente giornalisti, utilizzo i contatti creati in questi anni per fare uscire le prime recensioni ed interviste ed intanto scrivo su portali web, sul mio blog, cercando di far girare il più possibile il titolo. Nel primo mese vedo le pagine di google aumentare insieme ai passaggi sul blog. Sorgono i primi ostacoli, il libro è facilmente reperibile in rete, anche se c'è un'attesa di due settimane, ma in libreria no. Nelle prime settimana risulta proprio inesistente, dopo il primo mese i computer lo registrano ma ahimè mancano i referenti della distribuzione, almeno per le regioni dove non ho copertura, le più importanti. Telefono all'editore, chiedo la sua autorizzazione a bypassarlo per dialogare direttamente con i distributori e verificare la situazione, li sprono a lanciare il mio titolo. Poi chiamo delle librerie precedentemente contattate, un giorno con tre telefonate riesco a piazzare 40 copie in una ma so che non posso farlo per ogni libreria sul territorio nazionale. Così continuo a contattare giornalisti, sapendo che da loro dipende la riuscita commerciale di un'idea e soprattuto la diffusione nazionale e mi opero per organizzare altre presentazioni.


RIFLESSIONI

L'atto creativo in sé è un momento meraviglioso in grado di rendere la vita gioiosa, ma dalla mia esperienza nascono una serie di riflessioni. E' noto che le difficoltà fortifichino, ma forse è meno noto che un viaggio creativo come quello che mi è capitato di vivere ha fatto sì che io prendessi coscienza delle mie potenzialità e imparassi nuovi mestieri. Dare fiducia ad un'idea iniziale permette di scoprire delle attitudini latenti che attendono solo di essere liberate. Quando si scrive non bisogna essere viziati, credere che tutto arrivi subito e improvvisamente. Si deve credere, insistere, cadere, alzarsi, ricadere, alzarsi di nuovo e procedere con umiltà e tanto coraggio.


Il Centro

Bellissima recensione di Microcosmi Erotici su il Centro, quotidiano d'Abruzzo, firmata Marco Tabellione... che emozione!

martedì, aprile 24, 2007

TASTE SEDUXION: IL SAPORE DELLA SEDUZIONE



IL CIBO E I SUOI TEMPI? SONO QUELLI DELL'AMORE


DA GIOVEDI' 10 MAGGIO ROMA AVRA' IL SUO NUOVO SPEED DATE: MOLTO PIU' GUSTOSO DEGLI ALTRI.


La seduzione ha i suoi tempi. Invece tre minuti passano in fretta: il tempo di guardarsi, decidere come rompere il ghiaccio, fare un sorriso o smorfia e proprio mentre si sta per dire qualcosa di molto intelligente...TAC! Scatta il timer e via con un altro sguardo, altra trepidazione, altra frase da pensare. Ed è già ora di cambiare partner.


Ma niente paura: oggi arriva TASTE SEDUXION, un nuovo volto per ogni portata di una cena. Antipasto, primo, secondo, contorno, dolce e frutta e anche il caffè e il digestivo. Non sono solo voci da menù, ma diventano i tempi per approfondire un incontro.



Da LIBRICONGUSTO, splendido caffè letterario nel cuore di Roma (Largo dei Librari 84, traversa di via de' Giubbonari) si può. Spontaneo, seducente, accogliente, e anche gustoso.

CONTINUA...


organizzazione Monica Maggi e Cristiana Rumori


sabato, aprile 21, 2007

...

Perdere per ritrovarsi
Smettere per ricominciare
Giocare e ridere delle proprie fantasie
di donna che percepisce una distanza da sé
dagli altri

Siamo molte cose
ipotetiche proiezioni
a volte reali rappresentazioni
di vite mangiate e immerse nei molteplici sapori di noi
degli altri

giovedì, aprile 19, 2007

mercoledì, aprile 18, 2007

è dura

Come dice il mio amico tlank, il libro più difficile da ordinare...

e' dura la vita senza distribuzione nazionale...

sarà il tema del libro, l'erotismo, che rende questo testo così desiderabile e introvabile????

anche il vero amore non si trova facilmente dopotutto...

voglio ridere e quindi brindo alle difficoltà... che fortificano il carattere... parappappà

Il Riformista

A pagina 8 de Il Riformista Viola Giannoni parla di Microcosmi Erotici.

lunedì, aprile 16, 2007

una piccola alice

...La mia nuotata verso riva è spumeggiante.


Provo a sentirmi pesce, una piccola alice in un branco di alici, un’alice ribelle che si allontana dal gruppo per seguire una strada propria.


Una piccola alice che se avrà la sfortuna di finire in un piatto avrà l’onore di essere marinata, gustosissima e assaporata dalla bocca di una persona meravigliosa...


giovedì, aprile 12, 2007

Kurt Vonnegut: un uomo da ricordare!

Oggi voglio rendere omaggio ad un grande scrittore, un uomo che ha fatto dell'intelligenza e dell'ironia gli ingredienti principali dei suoi romanzi. Si è spento ieri a New York, l'11 Aprile, Kurt Vonnegut, all'età di 84 anni. Ma in fondo uno scrittore non si spegne mai, come molti grandi artisti Kurt vivrà per l'eternità nelle parole che ci ha lasciato, nel suo modo di ironizzare sui grandi temi del costume sociale.


Ricordo ancora la prima volta che un suo libro mi venne tra le mani. Ero all'università, in una fumosa aula ricreativa quando una mano condita da occhi svegli e curiosi mi passò uno dei suoi libri preferiti, Mattatoio N°5 (Slaughterhouse-Five or the Children's Crusade) di Kurt Vonnegut. Quel libro fu una rivelazione per me, il miglior libro scritto contro la guerra, un grido di dolore condito di ironia, quell'ironia che mi conquistò in tutti i libri di Vonnegut. Quel testo diventò per molti anni l'oggetto da regalare alle persone che stimavo, un manoscritto da far passare di mano in mano, di mente in mente, la migliore risposta alle conversazioni sul tema della guerra.

continua



mercoledì, aprile 11, 2007

Un grande Amore

Un pensiero va a lei, Alba, mio grande amore, mia prima fan, mio sostegno, mia nonna.

Un anno fa non più corpo ma solo sentimento.

Ciao tesoro.
Posted by Picasa

Il Musico

Il Musico è un caro amico conosciuto tanti anni fa in un glorioso cinema di Milano, il De Amicis, mi dicono ormai chiuso, come molti cinema storici e dalla programmazione coraggiosa. Saranno passati più di dieci anni da quel giorno in cui programmavano una fantastica rassegna tutta dedicata alla musica degli anni '60-'70. Quello era il giorno dedicato ai Beatles e ai Rolling Stones; ricordo di aver speso ben otto ore dentro il cinema De Amicis.

Una pausa tra un film e l'altro per concedersi una chiacchiera tra sconosciuti con passioni musicali ed ecco che mi capita di conoscere Luca Gemma, ai tempi cantante e autore dei RossoMaltese, un gruppo delizioso che avevo già avuto modo di ballare e di ascoltare qualche giorno prima in un luogo milanese chiamato Cascina Monluè... quella dovrebbe esistere ancora.

Io e Luca siamo nati lo stesso giorno, in anni diversi, forse è per quello che ogni tanto ho avuto la sensazione di guardarmi allo specchio parlando con lui. Le date sono quasi coincise anche questo anno, io ho pubblicato il mio primo libro a Marzo del 2007 e Luca esce con il suo secondo album da solista Tecniche di Illuminazione.

E allora auguriamo l'uno all'altro tante spalate di quella fortunata merda che, detto tra noi, ci meritiamo.

Scrivo questo post con in sottofondo Come Rocco e i suoi Fratelli, deliziosa canzone che consiglio di ascoltare sul suo spazio myspace e naturalmente di acquistare il cd... perché il talento va sempre premiato.

In bocca al lupo Luca Gemma

martedì, aprile 10, 2007

Nuova recensione

Michele Cinque, Positano News, parla di Microcosmi Erotici...

venerdì, aprile 06, 2007

Io Confesso

Ascoltare le fantasie nel silenzio di una Chiesa
avvicinare le orecchie a quei sussurri
parlare sottovoce e inebriarsi

Bevo dai tuoi racconti mentre tu osservi i miei
visualizzazioni mentali di passato, presente e forse futuro

Loro pregano il loro Dio
noi evochiamo il nostro
un piacere sussurrato e sottile permea l'ambiente
fatto di passione
passione per la morte del Cristo
passione per la gioia del sesso
dolore e curiosità abitano il profumo d'incenso

Tu guardi me
Io guardo te

Altari
Racconti di vagine che liberano energie
Macchine che si nascondono tra i cespugli
Corpi che si desiderano
Pensieri che volano lì dove vengono colpevolizzati

Parliamo di altri
Immaginando noi


Tempo che scade quando vorresti che non finisse

Fedeli che escono in silenzio con il loro dolore
Racconti di piacere che s'interrompono lì dove un prete con scopa in mano sentenzia la gioventù creativa...

Sì, io Confesso

© 2007 Cristiana Rumori



lunedì, aprile 02, 2007

non solo Microcosmi Erotici...

Dalla collaborazione di menti lucide ed Erotic@Mente attive nascono altre idee e altri progetti da portare avanti. E' ancora in fase di preparazione ma sta già avendo ottimi riscontri Erotic@Mente, una serie di eventi eroticoculturali; inizialmente sono previsti 5 appuntamenti in un caffè letterario di Roma dove l'erotismo diventa non solo spettacolo ma anche interazione tra tutte le menti che decidono di parteciparvi.

L'idea è quella di far uscire l'erotismo da semplice fenomeno di nicchia e farlo entrare in luoghi dal pubblico eterogeneo e dalla mente curiosa per ristabilire la naturalezza del sesso e collocarlo nel nostro quotidiano.

Un desiderio attivo in grado di stimolare tutti i sensi e aumentare l'immaginazione... assolutamente alla portata di tutti.

mercoledì, marzo 28, 2007

un saluto alle librerie che boicottano...



heilà... io esisto...
Posted by Picasa

oggi sono...

INCAZZATA!
Diciamo che è già difficile fare lo scrittore
Diciamo che è difficile trovare un editore che ti ascolta
Diciamo che mi sto facendo un culo così per promuoverlo

E poi?

Poi la gente va nelle librerie e queste dicono: "No a noi non risulta!", la peggiore è stata oggi alla Mondadori di Cola di Rienzo in Roma dove ad una mia amica hanno detto: "No, noi non trattiamo l'editore Non Solo Parole!"
Ma che significa? E' una libreria non una salumeria che vende solo determinati prodotti...

Persino in Abruzzo dove esiste un distributore che se ne occupa non si trova...

Rimane il web dove il libro si può ordinare senza difficoltà, ma lo scoraggiamento c'è.

Non penso solo al mio libro, la cosa che mi fa rabbia è che è la solita storia dove i grandi mangiano i piccoli. Non mi sto scoraggiando, col cazzo, tanto per parafrasare il tema del libro, che mi scoraggio.

Colgo la sfida e proseguo con il mio grosso sorriso, i denti un po' sporgenti e all'occorrenza mozzico!

martedì, marzo 27, 2007

amici scrittori che mi sostengono...

Faber e il suo portale di racconti erotici, anche lui così gentile da parlare del mio libro, solidale con i suoi colleghi scrittori

Faber colui che ama condire le sue giornate di tante parole e s'intristisce quando a lui ne concedono poche... grazie per il sostegno faber

una articolo del delizioso portale eroxe.it

Massimo Casarini, uomo dalla grande energia e dalle molte idee, gestore di uno dei più grossi portali di racconti erotici, www.eroxe.it, il primo ad aver apprezzato i miei scritti, mi fa omaggio di un delizioso articolo su Microcosmi Erotici. Per leggere clicca qui.

lunedì, marzo 26, 2007

altra intervista

Eugenio Orsi mi intervista su Pinkblog


Sto diventando troppo autoreferenziale lo so, perdonatemi prima o poi mi passerà...

domenica, marzo 25, 2007

la prima recensione...

Rossano Astremo scrive la prima recensione di Microcosmi Erotici su Booksblog

giovedì, marzo 22, 2007

Passioni

I giorni passano l'emozione resta. Ho bisogno di fermarmi un attimo ma ci sono molte cose che devo fare. Ho il sorriso stampato in faccia, persino questo tempo malinconico non riesce a deprimermi; per tanto tempo ho desiderato questo momento, per molti anni ho rimosso la mia passione per la scrittura, ora sono felice per il solo fatto di non essere scappata da quello che sono e da quello che ho sempre saputo di essere.

Sono scrittrice nell'anima, lo sono dentro, lo sono da come osservo le cose, le persone, i gesti, i particolari, le dinamiche. Non sei scrittrice solo quando pubblichi lo sei nel tuo quotidiano e questo mi sento di dire a tutti quelli che hanno il timore di immergersi nel loro talento: "Provateci, non mollate! Fragatevene di tutte quelle persone che ridono, che non prendono sul serio le vostre passioni, è un loro problema non un vostro. Se sentite che lo scrivere fa parte di voi, scrivete e basta!"

E poi ridete e ridete ancora per aver capito che rincorrere le proprie attitudini è il modo migliore per rendere la vostra vita emozionalmente speciale.

mercoledì, marzo 21, 2007

intervista di Monica Maggi...

Digitalife.it

A fine marzo uscirà il suo primo libro, Microcosmi Erotici, edito da Non solo Parole Edizioni: Cristiana Rumori, 36 anni, una laurea in Scienze Politiche a Milano e una carriera da scrittrice, sceneggiatrice e redattrice a Roma, è una di quelle persone che hanno fatto del Web non la seconda casa, ma la residenza principale. Tanto da aver partorito l’idea di creare un blog per scrivere una sceneggiatura a più mani da trasformare in un un film. Il titolo? Orange.

Come è nato scriptblog.net?
Il progetto Scriptblog.net è nato nel 2004 in un divano di una casa romana dalla mente di Max Czertok, un giovane produttore indipendente con tante idee per la testa, non a caso la sua società si chiama Idea Produzioni. Anch'io ero seduta in quel divano e fu così che lasciai perdere il lavoro insulso che stavo facendo da circa un anno per assumermi una buona dose di rischio e buttarmi in questa avventura. L'avventura continuò, non senza difficoltà, e questa avventura ci ha portato a realizzare una serie di altre idee.

continua